Inaugurato l'Hub, l'ufficio che fa tendenza


L'inaugurazione dell'ufficio condiviso The Hub, giovedì sera in Paolo Sarpi, è stata un bagno di folla. Con tanto di controllo all'ingresso dove la gente si accalcava per riuscire a entrare a dare una sbirciatina all'ufficio più di tendenza del momento.

Nonostante gli spazi fossero stati adeguati per la festa (qui in realtà lavorano già da un paio di mesi un centinaio di persone), gli arredi rimasti qua e là parlavano con dovizia di particolari del primo ufficio condiviso in città. Qui si ritrova gente che lavora sulla sostenibilità, con l'ideale obiettivo di cambiare il mondo.

All'inaugurazione ieri sera c'erano anche personaggi della cultura e della politica, come Pierfrancesco Majorino, capogruppo del Pd in Comune, e l'ex assessore alla Mobilità Edoardo Croci, silurato dal sindaco Moratti per volontà dei partiti, ma unico "tecnico" capace di far svoltare la città in materia di sostenibilità, con provvedimenti come ecopass, bike sharing e potenziamento dei mezzi pubblici.

Rinunciare a capire cosa sia esattamente The Hub è la cosa migliore per capirlo appieno. Leggendo i post-it attaccati qua e là sui muri, o curiosando sul blog del progetto, se ne intuisce la potenzialità. E infatti sono molte le aziende in fase di start up che aderiscono al network.

Quello che fa la grandezza di The Hub sono le idee: qui non si condivide solo l'ufficio, ma ci si confronta anche sui temi della socialità e della sostenibilità, si condividono contatti e progetti. Hub in inglese infatti indicata il dispositivo intorno al quale si costruisce una rete. E infatti The Hub conta 20 uffici condivisi in tutto il mondo. Offrendo quindi la possibilità agli stranieri di venire qui e conoscere subito gente che da noi lavora su tematiche affini. E agli italiani di avere punti di riferimento e confronto all'estero.

La serata di inaugurazione dell\'ufficio condiviso in Paolo Sarpi






  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: