Banksy: Fight For Art. La mostra a Superstudiopiù

Bansky

Bansky è il Michelangelo della Street Art. E' fuor dubbio lo street-artist più famoso al mondo. Ha iniziato ad imbrattare, si fa per dire, i muri di Bristol (dove è nato) e Londra finendo nel giro di qualche anno ad esporre in prestigiose mostre monografiche e ricevendo i complimenti di superstar come Brad Pitt che insiste nel definirlo il suo artista preferito. Il suo è uno stile provocatorio e riconoscibilissimo. Ricordo, una su tutte, il bambino vietnamita scampato alla bomba al napalm che cammina tra Topolino e Ronald Mc Donald. Humor inglese. Ancora al limite dell'arresto le sue opere sul muro di Gerusalemme, vere e propri inni contro la guerra e le divisioni.

bansky
bansky
bansky
bansky

Nonostante l'enorme notorietà raggiunta Banksy è riuscito nell'impresa più difficile: mantenere il più totale anonimato. Nessuno conosce il suo volto o ha mai sentito la sua voce. Eppure il suo nome vale una montagna di soldi. Le sue opere sono sempre fonte di gioia per Sotheby’s, la casa d'aste inglese. Basti sapere che "Sale ends today", olio su tela, è stato infatti venduto per 230 mila e 500 dollari. Mica bruscoletti.

Chissà se si materializzerà alla mostra "Banksy. Fight for Art", promossa dall'Università IULM, al Contemporaryart (percorso di arte con-temporanea al Superstudio Più, il grande polo espositivo in zona Tortona, e in altre location del quartiere) è la prima dedicata in città allo street artist. La mostra sarà aperta al pubblico dal 23 al 30 Marzo dalle h16.00-20.00 a Superstudio Più - Spazio 13 e 14.

bansky
bansky
bansky
bansky
bansky
bansky

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: