Cernusco sul Naviglio: il Pd interroga il Ministro Ferruccio Fazio sulla morte di Rachel Odiase



Il Partito Democratico sta preparando un’interrogazione parlamentare da sottoporre al Ministro della Salute Ferruccio Fazio affinché si conoscano le cause della morte di Rachel Odiase, la bambina di poco più di un anno a cui il personale dell’ospedale dell’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio non ha prestato le cure necessarie.

Stando a quanto emerso in queste ore chi di dovere non avrebbe fatto qualcosa per la bambina poiché la tessera sanitaria del padre Tommy, operaio regolare da poco tempo senza un lavoro, era scaduta.

Secondo quanto sostenuto dal legale della famiglia Odiase, Rachel sarebbe morta a causa di un grave stato di disidratazione che, precisa il padre, non è causa di decesso neanche nei paesi del terzo mondo.

In attesa di capire come una bambina sana di 13 mesi possa morire vale la pena ragionare su come alcuni minori nell’hinterland milanese vengono trattati. Fermo restando che se esistono delle regole è giusto applicarle davanti a vicende come queste è lecito chiedersi se oltre alla buona educazione a Milano, e dintorni, si sia estinta anche la pietà.

Dalla scomparsa di quel ragazzino rom, morto a seguito di un incendio divampato nel proprio campo, non è passato neanche un mese. La stessa pietà che avrebbe potuto salvarlo, garantirgli una vita definibile tale potrebbe essere troppo, non è stata concessa neanche a Rachel.

L’ignoranza, specie se praticata da un gruppo di amministratori cattolici solo in campagna elettorale, non può uccidere. Non è più ammissibile.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: