Sgombero al Giambellino: scontri con la polizia, sei feriti e due arresti

Due residenti e quattro agenti sono rimasti feriti durante gli scontri di stamattina.

Giornata di caos oggi a Milano, non solo per il maltempo, ma anche per gli scontri che ci sono stati questa mattina in via Vespri Siciliani 71, in zona Giambellino, dove la polizia ha proceduto a uno sgombero programmato, ma si è scontrata con gli antagonisti e alcuni residenti. Sei persone sono rimaste ferite, ossia quattro agenti e due residenti, inoltre due persone sono state arrestate per le violente proteste.

I manifestanti, dopo gli scontri con le forze dell'ordine, hanno dato vita a un corteo improvvisato nel quartiere e hanno bloccato il traffico in più punti. Per qualche minuto è rimasta bloccata anche la circonvallazione della linea 95, all'angolo tra via Gentile Bellini e Piazza Pietro Frattini, in zona Lorenteggio.

Lo scontro di oggi segue quello dei giorni scorsi succeduto all'assalto al circolo del Pd in via Mompiani (Corvetto) e in via Salomone, ma nei prossimi giorni la situazione potrebbe diventare ancora peggiore perché è in programma il vertice in prefettura sulla task force che, secondo i piani del Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, dovrebbe mettere in atto 200 sgomberi già nella prima settimana.

Gli occupanti delle case Aler hanno denunciato via Facebook il fatto che durante gli scontri i poliziotti hanno usato lacrimogeni. La polizia ha ammesso che effettivamente gli agenti li hanno lanciati a mano per evitare scontri fisici, ma ha anche detto che un consistente gruppo di manifestanti, di una quarantina di persone, si è scagliato contro i poliziotti gettando verso di loro cassonetti, estintori e pietre.

Giambellino, scontri Aler

Immagine © Google Street View

  • shares
  • Mail