Expo 2015: che cos'è l'Albero della Vita?

Via libera all'Albero della Vita, simbolo del padiglione Italia.

Expo 2015 - Dopo mesi di polemiche e indecisioni ieri è arrivato il via libera definitivo: l'Albero della Vita, opera di punta del Padiglione Italia, si farà. "La produzione è partita", fanno sapere gli imprenditori del consorzio bresciano che se ne deve occupare. I tempi, tanto per cambiare, sono strettissimi, ma sembrano tutto abbastanza certi del fatto che l'esposizione universale avrà il suo simbolo.

Expo 2015: Albero della Vita

Expo 2015: Albero della Vita


Ma che cos'è l'Albero della Vita? Non parliamo ovviamente di uno degli alberi che Dio pose nei giardini dell'Eden secondo la Bibbia, ma di una torre di acciaio e legno, alta 35 metri e dotata di una chioma di 45 metri di diametro che sarà costruita al centro di un lago. La costruzione si ispira al disegno di Michelangelo per piazza del Campidoglio e sarà in continuo divenire, cambiando di colore e di aspetto. “Un simbolo che si propone di raccogliere i semi migliori del Paese e portarli in alto, sulle sue fronde, per poi offrirli a tutto il mondo”, spiega il suo ideatore, Marco Balich, direttore artistico del Padiglione Italia. Sul sito di Sistema Brescia si legge:

Expo Milano 2015 avrà come simbolo l’ALBERO DELLA VITA che rappresenta il concept del Vivaio di Padiglione Italia. Questa struttura rappresenta la Natura Primigenia ed esprimere le molteplici radici, le tradizioni ed il sapere dei territori italiani, una rete di connessioni tra il Padiglione Italia ed i Padiglioni Regionali. Destinato a rimanere anche dopo l’evento. E’ un’icona interattiva destinata a catturare l’immaginario, ispirata al disegno stellare di Michelangelo Buonarroti per la piazza del Campidoglio, avrà un tronco di circa 35 metri ed un ombrello, costituito dai rami, del diametro di 45 metri. La parte interna sarà in acciaio, quella esterna in legno lamellare. E’ una costruzione densa di tecnologia sarà infatti costantemente illuminata con fari e led, produrrà suoni, giochi di luce e fuoco, fontane d’acqua, colori, bolle.

Progetto ambizioso che infatti costerà circa 8 milioni di euro (e proprio su questo punto si erano concentrate molte polemiche). Finanziamenti che, tra l'altro, in parte mancano ancora. E una volta finito Expo, che fine farà quest'opera? Sarà trasferita a Brescia, per volere dei costruttori che hanno ottenuto l'impegno di portare l'Albero della Vita nella loro città a fronte dell'impegno anche economico che hanno messo nella costruzione (3 degli otto milioni di euro sono infatti forniti direttamente da loro).

  • shares
  • Mail