A Niguarda nasce il pronto soccorso del sesso

Il nome ufficiale è Dipartimento del benessere di coppia. Si occuperà soprattutto dei problemi di natura sessuale.

Tutti ne parlano come del "pronto soccorso del sesso", il che fa più che altro venire in mente alcune note leggende metropolitane di persone ricoverate perché "incastrate" l'uno nell'altra. In verità, e per fortuna, quello che sta per nascere all'ospedale Niguarda di Milano è qualcosa di decisamente più serio e va sotto il nome di Dipartimento per il benessere di coppia. Così è tutto più chiaro, si tratta di uno sportello dedicato a quelle coppie che hanno problemi nella loro vita assieme, principalmente ma non solo di natura sessuale.

Come funziona? L'ambulatorio partirà a gennaio, una volta al mese visiterà, assieme, la coppia, con l'obiettivo di risolvere i problemi che nascono all'interno della vita a due, anche da un punto di vista sessuale, e che non per forza sono dettati da una mancanza di affetto. D'altra parte ad avere problemi di questo tipo non sono poche persone, anzi: secondo le ultime statistiche sono ben due milioni di coppie, vale a dire una su cinque.

A dirigere l'ambulatorio sarà un'altra coppia: uno specialista del reparto di urologia diretto da Aldo Bocciardi e uno specialista del reparto di ginecologia diretto da Mario Meroni. Piccola discriminazione, per il momento il servizio sarà destinato solo alle coppie eterosessuale: "Il servizio è tagliato su misura per questo tipo di coppia, visto che è sempre prevista la presenza di un urologo e di un ginecologo".

Qualche informazione pratica: l'ambulatorio sarà aperto ogni primo martedì del mese (ma potrebbe aumentare la frequenza non appena ci saranno più richieste) e ci si potrà recare dopo aver avuto la prescrizione del medico di base. Facciamo un esempio: lui ha un problema di erezione, o di eiaculazione precoce? Si rivolge al medico di famiglia, che scrive una ricetta con la quale entrambi i partner si possono recare al Niguarda (lo stesso vale per i problemi che riguardano lei). La coppia a questo punto dovrà pagare un solo ticket e avrà un'unica cartella clinica.

couple-168191_640

  • shares
  • Mail