Il Natale anticlericale del Torchiera

Ebbene sì, per tutti voi blasfemi c'è anche quest'anno.

Se dopo il cenone, dopo il pranzone, dopo il cenone della vigilia e insomma dopo le varie mangiate e bevute del 24 e del 25 avete ancora bisogno di digerire e/o continuare a fare festa - e sempre che non vi spaventi l'idea di entrare in un luogo ricco di immagini blasfeme nella notte santa di Natale - allora l'opzione numero uno (almeno tra quelle alternative) per uscire di casa anche nella notte di Natale è sicuramente quella nel Natale anticlericale alla Cascina Torchiera.

Che per l'occasione si mette in ghingheri e apre tutti i suoi spazi: d'altra parte l'appuntamento è ormai un must della Milano alternativa che procede ininterrotto da vent'anni e se ancora non lo conoscete è proprio il caso di rimediare. Si paga pochissimo - attorno ai 3 euro - e poi ci si può mettere in fila per il vin brulé (è un centro sociale, quindi se volete potete anche portarlo da casa) o ci si arrampica su dalle scale per scoprire i vari liquori autoprodotti e la grapperia.

Si balla anche, ovviamente. Ancora non sappiamo chi saranno i gruppi e dj che animeranno la serata ma la cosa sicura è che entrambe le sale da ballo del Torchiera saranno aperte per chi anche il 25 di dicembre si sente in animo di fare quattro salti, che magari quella fetta di panettone era davvero di troppo e va smaltita.

La Torchiera, comunque, si vive prevalentemente nella grande corte interna. Per cui venite ben coperti e state tranquilli, che come ogni anno in caso di principio di assideramento potrete avvicinarvi al grande falò per riscaldarvi un po' le ossa.

santa-claus-147392_640

  • shares
  • Mail