Zona 30 a Milano, il via a marzo

Nuovo limite di velocità per tutta la cerchia dei navigli. Ed è solo l'inizio.

Se c'è qualcosa che ha contraddistinto gli ultimi anni della giunta Pisapia è stata la rivoluzione pensata per la mobilità: il bike sharing nato con Letizia Moratti è cresciuto sempre di più, assieme ai tentativi (abbastanza timidi) di migliorare la ciclabilità della città; si sono poi aggiunti l'Area C, il car sharing e lo scooter sharing che dovrebbe partire la prossima primavera. Ma l'ultima novità è forse quella destinata a suscitare maggiori polemiche: i nuovi divieti di velocità nel centro città.

A partire da marzo, infatti, tutta la cerchia dei navigli verrà inondata da una nuova segnaletica che indicherà come nel centro città il limite da rispettare è di 30 chilometri orari. E non si tratterà più di un provvedimento limitato solo ad alcune vie particolari, ma strutturalmente esteso al centro storico in attesa di venir allargato ancora di più. L'obiettivo è quello di incentivare il più possibile l'attraversamento del centro città a piedi, seguendo la filosofia secondo la quale i "pedoni vengono prima".

Tra febbraio e marzo compariranno i primi cartelli, il segnale di 30 cerchiato di rosso apparirà anche sull'asfalto, e ad aprile si partirà con il nuovo limite di velocità. Una precisazione importante arriva dal Comune ed è quella che ci fa sapere che in queste zone non ci saranno però autovelox. Un modo per dimostrare che la zona 30 non è un ennesimo modo di fare cassa con le multe.

un cambiamento pensato soprattutto per i pedoni e un cambiamento del genere non può che coincidere con la bella stagione, quando le persone hanno più voglia di muoversi per la città a piedi", ha spiegato l'assessore Maran.

trenta-586x3901

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: