M4 Milano, via ai cantieri: ecco dove saranno

30 cantieri al via da venerdì prossimo. La questione della M4 potrebbe aver intrapreso la strada in discesa.

Ci siamo, la M4 inizia a prendere forma con gli scavi preliminari di alcuni dei trenta cantieri che cominceranno venerdì prossimo. Si tratta dei cantieri non centrali, che sono invece rimandati alla fine di Expo 2015. Si parte con il cantiere di Solari al centro delle polemiche, con quello in piazzale Dateo, con quello in San Cristoforo. Poi sarà la volta di quello in Via Lorenteggio, per il quale si sta però aspettando la fine dei saldi per non penalizzare i tanti commercianti di quella zona.

Si parte quindi tra pochi giorni, dopodiché i cantieri apriranno uno dopo l'altro, fino ad arriva ai trenta che saranno tutti operativi entro questa primavera. La data di fine lavori, però, non è cambiata e continua a intravedersi solo entro un lontanissimo 2022 (basti pensare che la M5 sarà invece conclusa nell'anno in corso). Il problema più pressante per il consorzio che si occupa della Linea Blu, però, al momento è costituito dalle prevedibili proteste dei cittadini coinvolti dai lavori.

Si vuole evitare che un lavoro colossale di questo tipo diventi il pretesto per la nascita di una miriade di comitati "no-qualcosa" - comitati, sia chiaro, a volte pienamente legittimi, altre volte discutibili -; ragion per cui si inizierà anche un lavoro di comunicazione con gli abitanti che dovrebbe essere davvero capillare. Affissioni, volantini, ma soprattutto riunioni e incontri, per poter cogliere le eventuali rimostranze prima che diventino una ribellione aperta che potrebbe compromettere l'andamento dei lavori.

Con il tempo nascerà anche un sito internet in cui seguire l'avanzamento dei lavori passo dopo passo, ma per il momento si sa già quali saranno il punti sotto il fuoco delle proteste: il megacantiere in Solari. Oltre al rischio che il parco venga sventrato, ci si mette anche la preoccupazione per i camion che porteranno avanti e indietro materiale per due anni, in una zona peraltro dove il traffico è già parecchio concentrato. Si pensa di risolvere la questione utilizzando un nastro trasportatore interno alle gallerie della lunghezza di 3,5 chilometri.

metro-620x35011

  • shares
  • Mail