La nevicata a Milano del 1985: foto e video

Strade paralizzate, neve altissima, carriarmati per aprire le vie e gente che va in giro con gli sci.

Sindaco era il socialista Carlo Tognoli, alla tv si guardava Drive In, i paninari stavano sempre davanti al Burghy di San Babila, Milan e Inter aspettavano da un po' di anni di rimettere le mani sullo scudetto. A parte per quest'ultimo dettaglio, le cose in città, trent'anni fa, erano molto diverse. Ma a rendere il tutto davvero eccezionale fu la grandissima nevicata a Milano del 1985.

Una nevicata davvero storica; talmente storica che oggi in qualche modo si celebra il suo trentesimo anniversario. Il Corriere della Sera ripesca, per esempio, le sue foto d'archivio (in bianco e nero, non perché sia passata una vita, ma perché all'epoca così uscivano i quotidiani) e scrive:

La nevicata del 1985 è un buon esempio di come funziona la nostra memoria. Basta provare a chiedere in giro, e si scopre che oggi è difficile trovare qualcuno che non la ricordi con un certo affetto, quella Milano immersa nella grande magia: l’atmosfera rarefatta, niente auto per le strade, pareti di neve alte ben oltre il metro (la precipitazione fu di circa 90 centimetri), genitori che si trascinavano grappoli di bambini a bordo di bob e slittini. E poi, gente in giro con gli sci da fondo e pupazzi di neve, dappertutto. In piazzale Brescia, i ragazzi della zona costruirono un igloo in cui si poteva stare in piedi. Nei ricordi, il meglio era quell’atmosfera da limbo: per molti era impossibile andare a lavorare e le scuole rimasero serrate, alcune per una settimana intera, in una sospensione inattesa e un po’ irreale dal quotidiano. Il tempo stesso era sospeso, quelle circa 72 ore in tanti le ricordano come lunghissime: «Ma quanto è durata? Due settimane?».

La cosa divertente è che noi ricordiamo la nevicata di Milano. In questi stessi giorni, però, con pochissimo scarto, si ricordano anche le grandi nevicate di Brescia, di Bergamo, di Roma, addirittura di Cagliari. L'ondata di maltempo e freddo fu infatti un fenomeno che colpì moltissime parti d'Italia, ma che dico, d'Europa, e fece registrare parecchie nevicate record. Noi, giustamente, ricordiamo la nostra. O ci proviamo, perché per chi, come me, all'epoca aveva solo tre anni forse è il caso di affidarsi più alle foto e ai video che ai ricordi.

Schermata 2015-01-13 alle 10.26.11

  • shares
  • Mail