Che cos'è e quando è la giornata del lavoro agile a Milano

Coinvolta tutta l'area metropolitana e oltre 40 spazi di coworking per la giornata del lavoro agile a Milano.

Ma che cosa sarebbe il lavoro agile? Quello dei precari che saltano da un posto all'altro ogni tre mesi, sempre che se ne trovi uno? In verità no, è quello che altrimenti viene chiamato "telelavoro", "lavoro in remoto", insomma il lavoro dipendente che non viene svolto in ufficio ma direttamente da casa o magari negli spazi di co-working. E quindi, la giornata dedicata a questa forma di lavoro è "una giornata per sperimentare nuove forme di lavoro flessibile, per provare una diversa organizzazione del lavoro e della vita quotidiana. Il lavoro agile, infatti, non richiede una postazione fissa in ufficio; consente di svolgere i propri compiti ovunque, da casa, dal bar, dal parco, dalla palestra, da un ufficio decentrato o, appunto, da una postazione in coworking. È una modalità che soddisfa chi lavora e rende le imprese più competitive", così la presenta il Comune di Milano.

Il 25 marzo 2015 sarà quindi la giornata del lavoro agile, in cui le imprese vengono incentivate a lasciare i loro dipendenti a lavorare da casa per un giorno, in modo da sperimentare la novità e magari scoprire che si può avere un po' più di elasticità nei confronti dei dipendenti (sarà però il caso di organizzarsi un po' prima con numeri di cellulari, contatti Skype, WhatsApp e tutto quello che può servire per rimanere in contatto).

Possono aderire alla ‘Giornata del lavoro agile’ le aziende private, gli enti pubblici e gli studi professionali che desiderano far sperimentare ai propri lavoratori modalità di lavoro agile, e anche a chi ha già al suo attivo accordi e forme di lavoro agile. Per aderire si accede al sito del Comune (www.comune.milano.it/GiornataLavoroAgile) dove il titolare dell’azienda potrà compilare la scheda online (sezione “Come aderire").

Ma perché al Comune di Milano interessa che le aziende scoprano i vantaggi di lasciare i dipendenti a casa per lavorare? I benefici sono sia in termini di stress e possibilità di gestire meglio gli altri impegni della giornata, ma anche in termini di ambiente: riduzione delle emissioni di CO2, PM10 e dei consumi energetici. “Il nostro obiettivo quest'anno - dichiara l’assessora al Benessere e Qualità della vita Chiara Bisconti - è di coinvolgere l'intera area metropolitana di Milano. La Giornata del Lavoro Agile permette di rispondere alle tantissime nuove esigenze del lavoro di oggi e viene incontro ai bisogni delle persone. Lo straordinario successo dell'anno scorso ci dice che siamo sulla strada giusta e che le cittadine, i cittadini e le aziende vogliono continuare a lavorare su questo tema".

giornata lavoro agile

  • shares
  • Mail