La passeggiata sulla Galleria Vittorio Emanuele

Da aprile 2015 tutti potranno godere della vista del Duomo dall'alto.

Nel 2011 Gabriele Ferraresi era salito sul tetto della Galleria Vittorio Emanuele e aveva raccontato così la sua esperienza proprio su 02blog: "Abbiamo avuto la fortuna di farci un giretto ieri sera: fan-ta-sti-co. Oltre al Duomo che sembra un modello in scala, tutta la struttura in ferro della galleria è affascinante, straordinaria. I camminamenti di gradini metallici e scalette portano fino in cima, al centro della galleria (la foto dove vedete lo stemma di Milano “flippato”). La vista me la ricorderò finché campo".

Foto: la passeggiata sulla Galleria

Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto
Foto: Galleria Vittorio Emanuele II dall'alto

La fortuna di poter conservare un ricordo del genere, tra poco, non sarà più così limitata, visto che il Comune ha fatto sapere che da aprile di quest'anno sarà in effetti possibile passeggiare sulla Galleria:

Vedere dall’alto la Galleria Vittorio Emanuele II, uno dei monumenti più famosi della città ed entrata a buon diritto tra i luoghi simbolo di Milano. Camminare lungo le passerelle, scoprire i dettagli della volta, vedere dall’alto il flusso di persone che in ogni ora del giorno l’attraversano. Tra poco tutto questo sarà possibile e, per la prima volta, la Galleria si metterà in scena in forme del tutto nuove, offrendo ai visitatori panorami, scorci e prospettive inusuali. “Si tratta di una splendida occasione per rivalutare uno dei luoghi più belli e famosi di Milano – dichiara l’assessore Daniela Benelli –. I lavori che la società privata si impegna a mettere in opera prevedono un aumento della dimensione della passerella di servizio e la sua messa a norma, rendendo possibile un percorso sui tetti della Galleria per milanesi e turisti che potranno visitarla da una prospettiva del tutto nuova e unica. I tecnici ci hanno confermato che salita e discesa sono possibili solo grazie agli ascensori già utilizzati dalla Seven Stars e quindi, grazie a questa collaborazione tra pubblico e privato, realizziamo un progetto del tutto nuovo e di pubblico interesse”.

I lavori di restauro e adattamento della passerella sono infatti finanziati dall'imprenditore Alessandro Rosso, che avrà in concessione i tetti per 18 anni in cambio di un canone di 200mila euro l'anno. "Dalle terrazze racconteremo come si è evoluta piazza Duomo, la sua costruzione, i progetti dell'architetto Mengoni, il biglietto d'invito di Vittorio Emanuele per l'inaugurazione, la ricostruzione degli archi, la ditta Eiffel che costruì una parte del ferro, la storia dell'illuminazione della Galleria stessa". Il tutto può anche essere visto proprio come un tributo a Mengoni, progettista della galleria che morì nel 1877 precipitando dalla cupola centrale, poco prima dell'inaugurazione.

  • shares
  • Mail