Carnevale Milano 2015: perché si festeggia il rito ambrosiano e quando cade

Quando cade e perché si festeggia secondo il rito ambrosiano. Ecco la data del Carnevale di Milano nel 2015.

Quando è il Carnevale 2015 a Milano? A causa della sua diversità dal resto d'Italia, ragion per cui si parla di carnevale ambrosiano, c'è sempre un po' di confusione nel cercare di capire quando sarà la festa in maschera in città. La data per il 2015 va dal 17 al 21 febbraio; con il culmine che arriva il sabato grasso del 21, con tutte le feste in maschera che si moltiplicano per la città (e di cui vi daremo conto in altri post).

Carnevale Milano: perché c'è il rito ambrosiano?

Perché a Milano c'è il rito ambrosiano? La ragione sta nel fatto che un personaggio di fondamentale importanza come Sant'Ambrogio non poteva che lasciare una traccia del suo passaggio nelle nostre liturgie. E quindi nell'arcidiocesi meneghina si segue il rito ambrosiano - introdotto da Sant'Ambrogio patrono della città di cui fu vescovo dal 374 d.C. fino alla morte - che si distingue dal rito romano - oltre che per i calcoli sulla Quaresima - anche per alcuni elementi della messa: l’ostensorio è solitamente trasparente e di forma diversa, lo scambio della pace avviene prima della preparazione dei doni, la benedizione finale è preceduta dal Kyrie Eleison.

Carnevale Milano: perché cade diversamente?

Già che ci siamo, ma perché a Milano il carnevale cade diversamente rispetto al resto d'Italia? Lo leggiamo su Sapere.it:

Il rito romano vuole che il giorno dedicato ai festeggiamenti coincida con il martedì precedente il Mercoledì delle ceneri (giorno d’inizio della Quaresima) ma a Milano non è così. La città meneghina segue, infatti, il rito ambrosiano per il quale la Quaresima ha inizio la domenica successiva al Mercoledì delle ceneri. Per tale motivo, il giorno dedicato ai festeggiamenti del Carnevale è il sabato anziché il martedì. Questo accade perché, nel rito ambrosiano, è diverso il modo di contare le date di inizio e fine Quaresima. Nel rito romano (quello osservato dal resto d’Italia) le domeniche non vengono contate come giorni di penitenza e dunque la Quaresima dura di più e comincia prima. Fu Sant’Ambrogio, che nel IV secolo era vescovo di Milano, a decidere che le domeniche fossero calcolate.La leggenda narra, invece, che Sant'Ambrogio era impegnato in un pellegrinaggio e chiese alla popolazione di aspettare il suo ritorno per iniziare le liturgie quaresimali posticipando anche la fine del Carnevale.

carnevale milano ambrosiano 2015 data

  • shares
  • Mail