Expo 2015, al via i lavori per la Carta di Milano. Renzi: “2015 anno felix, torniamo a correre”

Al via i lavori per la Carta di Milano. Alla prima giornata hanno partecipato anche il premier Matteo Renzi e Papa Francesco con un videomessaggio.

18.00 - L’intervento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha chiuso la sessione plenaria di questa giornata di lavori organizzata all’Hangar Bicocca a Milano in vista della presentazione della prima versione della Carta di Milano, in programma per il prossimo 28 aprile, pochi giorni prima dell’avvio di Expo 2015.

Il Premier è intervenuto sfoggiato il suo solito tono iper positivo:

Il 2015 sarà per l'Italia un anno felix, straordinariamente fertile. Ci sono tutte le condizioni esterne per tornare a correre. Se l'Italia è quello che deve essere non ce ne è per nessuno, se fa il suo mestiere nel mondo ce la giochiamo con tutti.

Renzi ha colto l’occasione anche per rassicurare i tanti che temono un boicottaggio della Turandot che aprirà Expo 2015 il prossimo 1° maggio, con una parte dei lavoratori della Scala di Milano che minacciano di non dare la propria disponibilità:

Se c'è una qualche minoranza che pensa di poter bloccare la Turandot noi siamo pronti a tutto anche a misure normative per non cominciare con una figuraccia internazionale.

12.50 - Il messaggio di Papa Francesco, come da programma, è stato mostrato alle 12 in punto. Il Santo Padre, nel suo breve intervento, ha spiegato:

Siamo custodi e non padroni della terra. Nonostante il moltiplicarsi delle organizzazioni e i differenti interventi della comunità internazionale sulla nutrizione, viviamo quello che il santo papa Giovanni Paolo II indicava come 'paradosso dell'abbondanza’. C’è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l'uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi. Questo è il paradosso! Purtroppo questo paradosso continua a essere attuale.

Il Pontefice si è rivolto anche ai politici:

Abbiate uno sguardo e un cuore orientati non ad un pragmatismo emergenziale che si rivela come proposta sempre provvisoria, ma ad un orientamento deciso nel risolvere le cause strutturali della povertà. Ricordiamoci che la radice di tutti i mali è la iniquità.

E, ancora:

Da dove deve partire una sana politica economica? Su cosa si impegna un politico autentico? Quali i pilastri di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica? La risposta è precisa: la dignità della persona umana e il bene comune. Purtroppo, però, questi due pilastri, che dovrebbero strutturare la politica economica, spesso sembrano appendici aggiunte dall’esterno per completare un discorso politico senza prospettive né programmi di vero sviluppo integrale.

Il programma con Matteo Renzi e Papa Francesco

A tre mesi dall’inaugurazione di Expo 2015, oggi si cominciano a gettare le basi per la Carta di Milano, un documento di responsabilità che esprimerà la proposta del nostro Paese sul tema dell’Esposizione Universale, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Una carta che, come confermato da Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali:

proporrà impegni e responsabilità precise su tutti i principali temi della questione alimentare globale e sarà il principale strumento di partecipazione consapevole al dibattito espositivo che interesserà tutti i Paesi aderenti, i singoli visitatori, le istituzioni e le realtà nazionali e internazionali coinvolte a vario titolo.

I lavori sono iniziati questa mattina all’Hangar Bicocca, in una lunga giornata che vedrà la partecipazione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e l’intervento in collegamento dell’ex presidente del Brasile Lula da Silva e di Papa Francesco, che porrà l’accento sul diritto al cibo e sulla tutela della terra.

A dare l’avvio alle discussioni è stato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia:

Non solo non vi deluderemo con Expo, ma vi stupiremo. Oggi ci sarà un ulteriore e decisivo passo avanti sui temi della manifestazione. È un imponente momento di riflessione collettiva, una tappa fondamentale, a 83 giorni dall’evento. […] Milano sarà per sei mesi al centro del dibattito mondiale sulla nutrizione. Siamo riusciti e riusciamo a lavorare assieme. Si tratta per la Lombardia del più grande sforzo economico di sempre: 52 due opere per 20 miliardi di euro.

Il programma della giornata

Expo 2015



  • ore 10:00 - Apertura dei lavori

  • ore 12:00 - Prima sessione plenaria - intervento Papa Francesco

  • ore 13:30 - Pausa lavori

  • ore 14:30 - Ripresa dei lavori

  • ore 16:00 - Seconda sessione plenaria, conclusioni del Premier Matteo Renzi

A questa giornata prenderanno parte oltre 500 esperti divisi in 42 tavoli di lavoro, ognuno con una tematica ben definita:


  • Tavolo 1: Il Mondo che ha fame: vecchi e nuovi poveri e diritto al cibo

  • Tavolo 2: Fino all’ultima goccia d’acqua

  • Tavolo 3: La Nostra Madre Terra

  • Tavolo 4: Sviluppo Sostenibile: modelli a confronto

  • Tavolo 5: Una casa per la società civile: Cascina Triulza

  • Tavolo 6: Ricettività e Turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori

  • Tavolo 7: Un’occasione unica per lavoro e imprese

  • Tavolo 8: Quota 50 miliardi: l’export dell’agroalimentare italiano

  • Tavolo 9: La lotta alla contraffazione

  • Tavolo 10: Agromafie

  • Tavolo 11: La sfida delle indicazioni geografiche

  • Tavolo 12: Expo 2015: la cultura come seme per l’età della conoscenza

  • Tavolo 13: Patrimonio Unesco: dalla Dieta Mediterranea agli stili di vita

  • Tavolo 14: Educazione alimentare: un investimento per il futuro

  • Tavolo 15: Vietato sprecare

  • Tavolo 16: Aggiungi un posto a tavola: la ristorazione di domani

  • Tavolo 17: WE – Women for Expo

  • Tavolo 18: Il cibo dello spirito

  • Tavolo 19: Cibo, sport e benessere

  • Tavolo 20: Un incrocio di culture: le comunità straniere ad Expo 2015

  • Tavolo 21: Il Padiglione Italia: il Paese in vetrina

  • Tavolo 22: I Paesi partecipanti: un’agenda internazionale

  • Tavolo 23: I Cluster: un modello innovativo

  • Tavolo 24: La Cooperazione Internazionale allo Sviluppo

  • Tavolo 25: La biodiversità salverà il mondo

  • Tavolo 26: Mondo obeso e malnutrito: salute, malattie e disturbi alimentari

  • Tavolo 27: Sai cosa mangi? La sicurezza alimentare

  • Tavolo 28: Mare Magnum

  • Tavolo 29: La ricerca in campo agroalimentare

  • Tavolo 30: AgriLAB: Innovazione in agricoltura

  • Tavolo 31: La logistica del cibo

  • Tavolo 32: Milano, la città che ospita l’Expo

  • Tavolo 33: Regione Lombardia, terra dell’Expo

  • Tavolo 34: I Territori in Expo

  • Tavolo 35: La città nella città

  • Tavolo 36: Expo: una smart city che guarda al futuro

  • Tavolo 37: Per un’Esposizione Universale sostenibile

  • Tavolo 38: Open Expo

  • Tavolo 39: Legalità: un valore non negoziabile. Un best practise per il futuro

  • Tavolo 40: Post Expo: che fare?

  • Tavolo 41: 1 novembre 2015: l’eredità politica di Expo 2015

  • Tavolo 42: Guerra alla povertà

I lavori possono essere seguiti in diretta sul sito ufficiale di Expo 2015.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail