Recensioni: kebab a Milano, Cappadocia di Corso Colombo

cappadocia kebabAll'epoca in cui fu stilata la classifica dei Kebab più buoni di Milano, io non scrivevo ancora per 02 ciononostante mi trovai molto d'accordo con la vittoria di Anatolia. Notai però una cosa, per me strana, ovvero l'assenza assoluta nelle preferenze dei lettori di uno dei kebab migliori - a mio parere - di Milano: il Cappadocia Kebab di Corso Colombo (2 minuti da Porta Genova); un'autentica certezza di qualità, secondo me.

Ci fu un periodo in cui abitando in zona ne ero un assiduo frequentatore ora purtroppo mi sono trasferito molto distante e quindi mi capita di passarci meno spesso; ma quando succede lo faccio sempre con piacere. L'altra sera per dire, dopo un aperitivo con amici, mi trovavo a passare per via Vigevano quando ho avvertito "quel certo languorino" e il pensiero è immediatamente andato al Cappadocia a una sola parallela di distanza.

In questo angolo di Turchia - simile ma diverso da molti altri Kebab. Simile perché comunque i topoi del luogo ci sono tutti: fotografie del Bosforo alle pareti, musica turca a palla (qui più dance che altrove, anche per via della giovane età delle ragazze che gestiscono la cassa, due sorelle figlie del proprietario). Diverso perché "il Cappadocia" è uno spazio più luminoso, moderno e pulito ma soprattutto meno odorante di molto altri.

Per intenderci: non uscirete da questo locale con i vestiti impregnati a vita dall'odore della carne che gira o delle spezie delle salse, anzi. L'impressione è più quella di essere in un piccolo ma efficiente fast-food etnico. Qualche tavolino a cui sedersi per mangiare il proprio panino. Panino che, secondo me è semplicemente delizioso; nella mia top 3 personale. Un po' come l'ambiente, anche il kebab di Capadocia è simile ma diverso dagli altri. Innanzitutto la carne è molto saporita e dà l'impressione di essere anche di maggiore qualità (provate il misto pollo/manzo) rispetto alla media.

Il che vale anche per gli altri ingredienti. Al posto dell'insalata smorta in cui capita di incappare talvolta, al Cappadocia servono un'insalata verde che è davvero rinfrescante e si sposa perfettamente con gli altri sapori. Lo stesso dicasi per i pomodori. Le salse poi sono leggermente meno liquide che altrove anche se il piccante - uno dei pochi difetti - è forse un po' troppo piccante.

Infine - cosa spesso sottovalutata - a preparare il Kebab c'è un vero professionista; un signore turco di mezza età che da sei anni non so quanti kebab prepara al giorno tutti i giorni. La sua abilità nel confezionare il panino (che è di quelli un po' allungati non di quelli a tasca) fa sì che lo stesso risulti molto più agevole da mangiare e che tutti gli ingredienti e i sapori si mescolino l'un l'altro in un unico prodotto.

Infine il prezzo: assolutamente in linea con la media. Per un kebab si spendono 3 euro e 50 (5 con la bibita, anche se la birra alcolica non è prevista per motivi religiosi), per un felafel 3 euro (4,50 menù con bibita). Ci sono anche piatti che non ho provato e dolci turchi che invece ho provato e sono ottimi. Insomma, come direbbe Dan Peterson, dopo l'inarrivabile Anatolia..."per me numero 1!" O quantomeno uno dei migliori della zona Navigli. Fateci un salto o se lo avete già fatto ditemi che ne pensate.

Cappadocia Kebab
Corso Colombo, 6
Milano

Cappadocia Kebab Milano
Cappadocia Kebab Milano

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: