Gli eventi della settimana a Milano: da lunedì 7 giugno a domenica 13

Benritrovati alla rubrica settimanale con il meglio delle proposte per la settimana che arriva. Inizia a fare un caldaccio, non trovate? Quale migliore scusa per stare all'aperto la sera quando l'aria inizia a farsi più respirabile o, in alternativa, per chiudersi in un bel locale, cinema, mostra con aria condizionata a piovere. A voi la scelta tra le due opzioni magari seguendo qualcuno di questi consigli. Buona settimana a tutti!

Lunedì 7: finito il MI Ami, inizia e subito finisce (nel senso che dura un giorno soltanto) il MI Pensi, propaggine letteraria inedita (una prima assoluta, quindi) del festival musicale amato dai giovanissimi milanesi. A leggere le loro opere, a discutere di narrativa, saggistica e filosofia altri giovanissimi e non più giovanissimi: tra cui i ragazzi di Agenzia X. Un'occasione per ascoltare alcune delle possibili prossime voci della letteratura italiana.

Martedì 8: Muse a San Siro. Che dire? Mi sembrano passati secoli da quando ascoltai per la prima volta Muscle Museum, loro splendido singolo d'esordio. Mai avrei pensato che quel gruppo così "diverso" avrebbe conquistato tanti consensi da arrivare a S. Siro, patria del nazionalpopolariato musicale milanese per eccellenza. Se non avete il biglietto scordatevi di trovarne, se ce l'avete beati voi. Per chi ha qualche anno e qualche preoccupazione in più dalle 20 alla Camera del Lavoro si parla di acqua con un incontro sul tema «L'acqua è vita: dal referendum all'universalità dei diritti dell'umanità» con Danilo De Biasio, messaggi video di Ken Loach e Dennis Garcia. Con Luigi Ferraioli, Rosario Lembo, Emilio Molinari.

Mercoledì 9: giornata piena. A Milano arriva una leggenda del blues di quelle con la L maiuscola: B.B. King (nella foto) suona agli Archimboldi. Ahimé, anche il prezzo è maiuscolo: 130 €/40 € a seconda. Per molto meno (30 €) all'Alcatraz atterra Jonsi, strana creatura finlandese islandese dall'universo multisensoriale, leader dei nordici Sigur Ros ma ormai anche apprezzato e avvincente solista. Buona alternativa anche se tra B.B. King e Jonsi è come scegliere tra una bistecca al sangue e un piatto vegetariano nouvelle cuisine. Fortunatamente le alternative non mancano: ad Apollo, Anteo, Plinius, Colosseo, Mexico e Spazio Oberdan si proiettano fino al 16 i film di Cannes. Qui il programma completo.

Giovedì 10: Per entrare in clima mondiali con un giorno d'anticipo consiglio la visita alla mostra "Stadio: non solo sport" presso l'Urban Center (Galleria Vittorio Emanuele, 11). Riproduzioni in miniatura, fedelissime dei più grandi templi del rito pagano del calcio. Per appassionati di pallone e nostalgici delle scorrazzate infantili alle varie MiniItalia. Per i nostalgici e basta... al Palasharp va in scena l'hard-rock di Slash, boccoluto e bizzarro chitarrista dei fu Guns N Roses: l'ultimo dei mohicani del rock.

Venerdì 11: Siete entrati in clima mondiali all'Urban? Sì? No? Ni?. Beh comunque questa sera si comincia e per un mese non si scappa quindi tanto vale farsene subito una ragione magari guardando inaugurazione + prima partita (un "emozionantissimo" Sud Africa - Messico...da brividi in tutti i sensi) in qualche pub. Se di calcio non ne volete proprio sapere potete fare gli intellettuali unendovi alla visione di Inland Empire, ultimo scorbutico capolavoro di Lynch che verrà proiettato al Loft 21 (Via Padova, 21 dalle 19. Gratuito con tessera Endas) oppure farvi due giri in pista al Lime Light con l'inossidabile Bob Sinclair. Altrimenti se volete trarre spunti critici per smontare i tantissimi calciofili che da qui a metà luglio impazzeranno per la penisola il consiglio è quello di recarvi al Teatro Libero di Via Savona per "Calcio Finche Muoio"; monologo di Patricia Conti liberamente tratto dal romanzo l'undicesimo dito di Patricia Zottarelli. Tema: la violenza Ultras, il dark side of the moon della passione per lo sport delle pedate.

Sabato 12: se amate l'elettronica e non temete le zanzare, il posto dove dovete essere questa sera è il Parco Esposizioni di Novegro per Maximal. Viceversa evitatelo come la peste e date una chance al Mistero Buffo di Dario Fo interpretato da Paolo Rossi. Per 21 euro al Piccolo potrete gustarvi la rilettura del testo più importante de "il nostro ultimo Nobel" da parte di quello che "il nostro ultimo Nobel" ha definito come il suo migliore e più papabile erede comico. La rilettura è Pop (lo dice fin la locandina) ma non è detto sia un male.

Domenica 13: Dulcis in fundo...(ma anche salato) visto che la domenica è il giorno più libero della settimana potrebbe anche essere il migliore per avventurarsi in una delle tante offerte gastronomiche di Milano Food Week, una sorta di FuoriSalone del gusto (un fuorisalone che apprezzo molto più dell'altro devo dire). che si svolge dal 5 al 13 per le vie di Milano se ancora non siete riusciti a degustarvelo; degustatevelo questa domenica che a pancia piena si inizia meglio la settimana che viene.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: