La geografia delle emozioni arriva a Milano



Non solo paesaggi, architetture, immagini. Il viaggio svela anche una realtà più profonda, letta attraverso gli occhi del viaggiatore, che riscopre le sue mappe interiori e in parte rilegge anche sé stesso. È questo il senso della Geografia emozionale, la teoria sviluppata da Giuliana Bruno, che sarà raccontata a e-motion, un evento lungo tre giorni e a ingresso libero per tutti i milanesi. Film, musica, incontri, riflessioni e feste. Al Superstudio Più, in via Tortona 27.

Si comincia oggi alle 9:45, con un caffè di benvenuto, e a seguire la presentazione dell'Atlante delle emozioni, il libro della professoressa Bruno, partita da Napoli oltre 20 anni fa per approdare a New York e all'università di Harvard. Curiosamente scritto e pubblicato prima in inglese negli Stati Uniti, con un grande successo in tutto il mondo, dalla Francia e la Germania fino a Giappone.

Da non perdere stasera, dalle 22.30, sempre a ingresso libero il concerto dei The Books, uno dei gruppi più interessanti di musica elettronica.

  • shares
  • Mail