Elezioni comunali Milano 2016: Giuseppe Sala candidato sindaco?

Il commissario dell'Expo potrebbe essere il nome giusto per il Pd. Ma prima c'è da capire come va l'esposizione universale.

Ancora non si sa se l'Expo 2015 sarà o meno un successo, ma un vincitore ce l'abbiamo già: Giuseppe Sala, il commissario unico che ha seguito negli ultimi due anni l'esposizione universale. Quali sarebbero esattamente i suoi meriti, perché Renzi l'ha voluto omaggiare così apertamente? Il fatto è che, in Italia, anche fare cose assolutamente normali ha dello straordinario: Sala, semplicemente, è riuscito a fare sì che l'Expo effettivamente si facesse ed è rimasto estraneo alle tantissime inchieste giudiziarie che hanno avvolto i lavori.

Quindi, ha fatto il suo lavoro in maniera onesta. Tanto basta, in Italia, per far sì che sia una sorta di eroe; ancor prima di sapere come andrà a finire l'Expo. Di conseguenza, pare proprio che Matteo Renzi l'abbia inserito nella rosa di possibili candidati in vista delle elezioni comunali di Milano del prossimo anno. D'altra parte, al netto di possibili ripensamenti da parte di Pisapia, di nomi forti in giro ancora non se vedono.

Ma al di là del suo ruolo in Expo, chi è che cosa ha fatto Giuseppe Sala nella vita? Laureato alla Bocconi nel 1983, entra subito in Pirelli, dove si occupa di pianificazione strategica e gestione degli investimenti. La carriera procede e Sala viene nominato Direttore Controllo di Gestione e Pianificazione Strategica del Settore Pneumatici di Pirelli, incarico che riveste dal 1994 al 1998, quando diventa amministratore delegato di Pirelli.

Nel 2002 se ne va da Pirelli per passare a un altro colosso, ma di diversa natura: la Tim. Il suo ruolo iniziale è di Chief Financial Officer, ma solo un anno dopo è Direttore Generale di Telecom Italia, ruolo che riveste fino al 2006, quando fonda Medhelan Management & Finance insieme ad altri tre partner. Diventa presidente della neonata società di consulenza e nello stesso periodo è anche senior advisor della banca d’investimenti giapponese Nomura Bank (la banca coinvolta anche nello scandalo Monte dei Paschi).

Nel gennaio 2009 l’allora sindaco Letizia Moratti lo nomina Direttore Generale del Comune di Milano, un anno e mezzo dopo inizia l’avventura dell’Expo, ricoprendo l’incarico di Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. Da allora è stato commissario unico, portando sulle sue spalle il peso di evitare un flop annunciato. Missione, sembrerebbe, compiuta.

ITALY-BUSINESS-ALITALIA-ETIHAD-EXPO

  • shares
  • Mail