Torre Galfa: breve storia di un grattacielo dimenticato

Galfa: il grattacielo dimenticato

Ci sarete passati sotto, tra via Galvani e via Fara - da cui per contrazione prende il nome GalFa - e vostro padre o qualche vostro parente ci ha lavorato di sicuro nella golden age della Banca Popolare di Milano. Oggi loro sono in pensione e quel palazzone è vuoto da anni. Sto parlando del grattacielo Galfa: è un bel pezzo di storia dello skyline milanese. Più o meno coevo del poco distante Pirelli fu terminato nel 1959.

Alto 109 metri, non uno scherzo, era il fratellino del Pirellone e dai lontani 70's in poi è stato per decenni la sede della BPM: poi nel 2006 la svolta. BPM si trasferisce - principalmente in viale Bezzi - e il Galfa viene venduto - neanche a una cifra folle a pensarci - "appena" 48 milioni di euro alla Immobiliare Lombarda, cioè al Gruppo Fondiaria SAI. Il 2006 non è proprio dietro l'angolo, e sembra tutto fermo: c'è qualcosa all'orizzonte?

Vediamo...

Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato

Partiamo dalle basi: per farci una piccola cultura su questo pezzo di storia dell'architettura milanese c'è solo l'imbarazzo della scelta. Vi segnalo in particolare questa pagina di Lombardia Beni Culturali, poi questo pdf dell'Ordine degli Architetti, conciso e interessante anche perché tratta oltre al Galfa altri edifici milanesi, e questa pagina dell'ottimo Skymino.

Skymino sul finale butta un link importante, perché è un link allo studio che sta curando la ristrutturazione della Torre Galfa, ecco la pagina dove descrivono, molto sinteticamente a dir la verità, gli interventi previsti. Volendo, nella brochure in pdf trovate anche qualche render per farvi un'idea della riqualificazione prevista per la Torre Bega - l'architetto che la disegnò si chiamava Melchiorre Bega.

Va bene, ma uno straccio di data? Una data inizio e una data fine dei lavori? E che destinazione avrà il Galfa? Perché a ingrandire le foto che vedete nella gallery si vedono finestre lasciate aperte, piani deserti, e facciata non ristrutturata?

Solo negli archivi de Il Giornale ho trovato qualcosa di utile, un pezzo del 2009 in cui si titola "il grattacielo finito in soffitta", insieme a una citazione di Giò Ponti, che ammirava le architetture del Galfa

«La Torre Galfa che con la sua altezza arricchisce lo spettacolo dell'architettura di Milano, là dove essa, nel quartiere direzionale, si rappresenta nella sua vitalità, costituisce una parte eminente di quella creazione ambientale i cui aspetti milanesi suscitano tanto interesse non solo in Europa»

Antonello Mosca spiega che il Galfa - nel 2009 - è ancora vuoto, in attesa di una ristrutturazione. Voci di corridoio, spiegano che uno dei problemi dell'edificio sarebbe nella soletta, troppo "sottile" per farci passare tubazioni dell'aria condizionata e tutte le canaline oggi assolutamente necessarie ma fantascientifiche e impensabili negli anni cinquanta. Non saprei che peso dare a questa indiscrezione: c'è qualche arch. o ing. che può illuminarci?

Su Skyscrapercity si legge di un l'inizio dei lavori di bonifica ad aprile 2008 - con termine gennaio 2009 - ma ieri sera, tornando dal lavoro mi sono fermato a dare un'occhiata, e ho trovato un panorama piuttosto sconfortante. Il Galfa sembrava, quantomeno esternamente, abbandonato.

Un'impressione corroborata dai manifesti affissi alla recinzione del cantiere, tutti risalenti ad almeno un anno e mezzo fa - fate caso alle date sulla locandina del concerto dei Killers! - e da una generale sensazione di abbandono. Probabilmente gli interventi di bonifica interna sono stati eseguiti, ma all'esterno sembra tutto congelato al 2006. C'è ancora il cartello, del 2005 addirittura, che annuncia lo spostamento dell'agenzia al piano terra (lo trovate nella gallery, scusate per i riflessi nella foto).

Ho chiesto un po' in giro a qualche residente e a qualche negoziante, e tutti mi hanno confermato che i lavori sono fermi da anni, ma che lunedì si sono visti tre operai entrare nel cantiere - di cui esistono casette e infrastrutture, ma malgrado abbia vagato intorno all'isolato non ho trovato mezzo cartello che segnalasse inizio e fine lavori - e poi nulla più.

Un edificio che sembra avere viaggiato nel tempo dopo esservi stato dimenticato. Se ne sapete di più, raccontateci tutto nei commenti!

Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato
Galfa: il grattacielo dimenticato

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: