Recensioni: ristorante pizzeria Portobello via Plinio 29

ristorante pizzeria Portobello, via Plinio 29, ristorante di pesce a MilanoIl bisogno di convivialità mi spinge una sera al ristorante pizzeria Portobello, in via Plinio 29, luogo ideale per chi vuole mangiare discretamente senza spendere uno sproposito o per chi vuole gustarsi una pizza in attesa del secondo spettacolo del Plinius (la cucina è aperta fino alle 23). Leggendo le recensioni altrui risulta che in questo ristorante, aperto dal 1977, si viene trattati a pesci in faccia. E non perché i pinnuti siano la specialità del posto, bensì per la sgarbatezza dei camerieri. Scrive il Corriere della Sera:

Capelli grigi, camicie bianche, fibbie d'acciaio sotto la piega della pancia e una grinta da far west. Bisogna farci l'abitudine, perché camerieri più burberi di così non se ne incontrano spesso. Se non stanno brutalizzando un cliente, stanno litigando tra di loro.

Però la recensione è del 2009, dalla mia esperienza le cose sono cambiate: niente brutalità e sevizie ai danni dei clienti. A servirci era una gentile cameriera che nel 1977 non aveva ancora visto la luce. Si va al Portobello per mangiare pizza o pesce. Nel primo caso ve la potete cavare con 10 – 12 euro, (la margherita costa solo 4,50 euro) se vi lanciate sul pesce lascerete 25 – 30 euro, bevande alcooliche incluse. La birra è in bottiglia da 66 cl., il che fa molto pizzeria partenopea.

L'arredamento potrebbe essere quello di un ristorante cinese oppure quello di una trattoria per camionisti su una statale: non studiato e fermo nel tempo. Le classiche tovaglie color salmone che hanno fatto la storia dei ristoranti, qualche stampa alle pareti che non serve a dare nessuna connotazione territoriale, un acquario buttato in un angolo, una mazza da hockey appesa su una parete che sta come i cavoli a merenda. Nulla di ricercato: se dovessi comprare in toto l'arredamento di un ristorante, scegliendo l'opzione "default", mi verrebbe fuori il Portobello.

Guardandosi attorno ci si accorge che l'unico leggermente scorbutico che serve ai tavoli è il baffuto proprietario, con un volto pasoliniano. Chissà, forse ci salta all'occhio perché siamo abituati ai visi incolori e senza storia, frutto di questa strana "rivoluzione antropologica" che ha modellato persino le facce.

Le pizze sono buone e spesse, di tradizione italiana; di certo non si va al risparmio sugli ingredienti. Se la pizza è al prosciutto, il prosciutto la ricopre completamente, ed è giusto così! Interessante anche avventurarsi nel pesce. Per gli antipasti gira sul tavolo polpo con patate calde e insalata di mare, buone e ben condite, anche se sembra che vengano servite in una mensa scolastica, senza la minima attenzione alla disposizione nel piatto che sembra una ciotola.

Consigliati i primi a base di vongole, fresche e abbondanti. Il piatto speciale del ristorante è “il portobello super” (18 euro), che costa più del doppio di tutti gli altri primi. Se super è la porzione immagino che ci sia da scoppiare stile La Grande Abbuffata, visto che anche i primi “normali” sono abbondanti, tanto che solo i più audaci mangiatori si potranno permettere un secondo a seguito dell'antipasto e del primo.

Nel menù presenti spade, orate, salmoni che, visti nei piatti altrui, sembrano assai invitanti. Si può far affogare il tutto nel dignitosissimo vino della casa, rigorosamente bianco.

Pizzeria Ristorante Portobello
Via Plinio, 29, Milano - Tel 0229513306
Chiuso il lunedì

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: