Lunedì 1° novembre è festa: che fare a Milano?

cosa fare a milano lunedì

Venerdì: sempre un bel giorno, perché il weekend è a un passo. Ma è un weekend ancora migliore perché è lungo, infatti lunedì per moltissimi milanesi ci sarà un giorno di riposo: lunedì è il 1° novembre, Festa di Ognissanti. Chi dobbiamo ringraziare per questa data di vacanza?

Papa Gregorio, che nel lontano 885 spostò la festività dal 13 maggio alla data attuale. Non era male neanche il 13 maggio: oltre un millennio dopo avremmo infilato una bella serie di ponti, il 25 aprile, il 1° maggio e poi ta-dah, il 13 maggio.

Inutile dire che Gregorio non prevedeva il futuro, e che il 1° maggio 1891 e il 25 aprile 1945 erano piuttosto lontanucci dai suoi pensieri, decisamente distanti: rispettivamente 1056 e 1110 anni. Ma che cosa si può fare in un lunedì di vacanza a Milano? Dopo il salto, dieci idee.

Un libro

Vi direi Imperial Bedrooms di Bret Easton Ellis. C'entra qualcosa con Milano? No, (meno di) zero. Però è bello e me lo sto leggendo in questo periodo. Volete mettere insieme Bret Easton Ellis e Milano? Non è impossibile: accade per esempio in Glamorama, del 1998. E c'è anche Simona Ventura.

Un posto

Pellegrinaggio a Milano Santa Giulia, sperando in una giornata nuvolosa come questa. Emulare il nostro Gianluca Longhi in quel di Pieve Emanuele. Sempre valida l'idea dell'esperimento psicogeografico: prendete e andate a piedi in un quartiere agli antipodi della vostra esistenza.

Una mostra

Sarà aperta? Magari chiamateli, prima di arrivare lì per niente, ma l'installazione di John Baldessari “The Giacometti Variations” dal 29 ottobre al 26 dicembre 2010 alla Fondazione Prada sembra interessante. Assolutamente indescrivibile in uno spazio tanto ridotto: qui il sito della fondazione.

Un piatto

In un giorno di festa se non siete stati incastrati dai parenti, potete cucinare qualcosa di nuovo: o stare sul classico. Siamo su 02blog, per cui cerchiamo di tenerci sulla cucina strettamente milanese: ecco una video ricetta della cotoletta in un vecchio post, commenti ottimi con buoni suggerimenti, meglio del video.

Un'azione

Molti milanesi conducono esistenze stressanti: c'è solo il lavoro. E' difficile tenere dei rapporti umani, tutto si sfilaccia e consideri amici il giornalaio o il barista, o peggio ancora quelli di Facebook. Non lo sono: in un giorno in cui c'è tempo per farlo, alzare il telefono e vedere un amico o un'amica è un'ottima idea.

Un film

La giornata dura ventiquattro ore, potete passarne almeno otto davanti allo schermo. Senza pensarci: Milano Calibro 9 (1972) di Fernando di Leo, La Vita Agra (1964) di Lizzani, Kamikazen - Ultima notte a Milano (1987) di Salvatores, Via Montenapoleone (1986) di Carlo Vanzina e Fame Chimica (2003) di Antonio Bocola e Paolo Vari.

Una gita

Qui Carlo Prevosti, la guida Michelin del fuori porta potrebbe illuminarvi molto meglio di me. Non troppo tempo fa avevo fatto un giretto dalle parti dei laghi di Annone e Pusiano, non male. Se avete più tempo e voglia di guidare, c'è Savogno, il paese fantasma della Val Bregaglia.

Un museo

Rigore a porta vuota: scopro sul sito che il Museo della Scienza e della Tecnica è aperto il 1° novembre, e che ci sono un sacco di attività anche per i più piccoli. Se avete pargoli in età prescolare, pensate di farci un salto, è un posto che non delude mai. E per i più grandi c'è la mostra del grande Gianni Giansanti.

Itinerario in bici

Ce ne sono a bizzeffe, ma la stagione non è che sia proprio estremamente propizia. Se siete ciclisti, un bel giretto sulla Martesana è un classico, oppure prendere il Naviglio Pavese e proseguire sempre dritti arrivando un bel momento a Pavia. Su bicimilano qualche altro consiglio.

ps: vi ha incuriosito l'immagine del post? Fa parte di una serie intitolata Perilous Vacations, di Migraine Chick. Date un'occhiata al suo album su Flickr.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: