Foto: Il "No Gelmini day" a Milano, cori e striscioni contro i tagli alla scuola pubblica



Dal mio ufficio li sento arrivare: rumorosi, arrabbiati, decisi ad urlare l'ennesimo No al disegno di riforma Gelmini (che nei prossimi giorni sarà discusso alla Camera). E' il corteo milanese della manifestazione nazionale contro i tagli alla scuola pubblica degli Studenti e professori delle scuole superiori e delle università.

Un migliaglio forse i manifestanti, coccolati dai caldi raggi del sole ricomparso dopo giorni di latitanza, con destinazione Provveditorato agli studi di via Ripamonti nel giorno della giornata internazionale per i diritti degli studenti. Cori, musiche e striscioni, molti in solidarietà ai tre immigrati sulla torre dell'ex Carlo Erba in via Imbonati (alla testa, sorretto da immigrati "Siamo tutti sulla torre. Diritti per tutti").

Nel mirino degli studenti in manifestazione soprattutto l'aumento dei finanziamenti alle scuole private paritarie (da 130 a 245 milioni di euro) previste nella prossima finanziaria. Non sono mancati, purtroppo, episodi di vandalismo ad opera delle frange più estreme come il danneggiamento della vetrina della Banca Fideuram in corso di Porta Romana e scritte su negozi.
















  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: