Mariapia Garavaglia smentita da Filippo Penati: sulla sindrome suicida del PD

fondazione daje democristianiNel tardo pomeriggio di ieri Mariapia Garavaglia - oggi nel PD, l'altro ieri nella DC e ieri nella Margherita - ha rilasciato una dichiarazione che sembrava fatta apposta per confermare quello che avevamo scritto in mattinata, e che era nell'aria da giorni.

Ovvero: il non travolgente entusiasmo del PD milanese per la vittoria di Giuliano Pisapia alle primarie che sancivano lo sfidante dell'opposizione per le elezioni comunali 2011. Ecco le sue parole:


Che cosa chiede?
Di lavorare affinché se si materializzasse un terzo polo di centro, che raccolga quella borghesia milanese illuminata, moderata, io riterrei che sarebbe la soluzione con la quale il Pd non farebbe brutta figura e che anche io francamente sposerei.
Ma non è un po' come sconfessare l'istituto delle primarie?
Si sono sconfessati da soli, infatti si sono dimessi tutti. La sconfitta è stata registrata da coloro che si sono dimessi. Io sono fortunata, posso parlare liberamente. Il fatto che abbiano riconosciuto la sconfitta e si sono dimessi è come se ci dicessero: ragioniamo su cosa possiamo fare per rimediare al danno.
Se questo terzo polo ipotetico candidasse Albertini, lei cosa direbbe?
Se ci fosse un pezzo di Pd, o almeno l'astensione del Pd, direi certamente sì.

Subito al centro c'è stato qualche segnale di approvazione - da Enrico Marcora, per esempio, consigliere regionale dell'UDC - ma anche una fermissima smentita piovuta dall'alto, da Filippo Penati...

Foto | Fondazione Daje

Se per Marcora le parola della Garavaglia sono più che condivisibili

"Ho apprezzato molto la sua visione e l'analisi politica (...) le parole della Garavaglia sono molto interessanti e rafforzano ulteriormente la necessita' di creare un'alternativa seria, che coinvolga tutti i cattolici, i laici scontenti di Pd e Pdl, i soggetti che hanno a cuore il futuro di Milano e che sono disponibili ad andare oltre questo bipolarismo muscolare"

Per la "base" del PD che non ha mai accettato la fusione fredda con la Margherita, sono parole offensive, ma esprimono un sentimento diffuso tra i cattolici più spostati al centro dell'opposizione. In teoria le parole di Filippo Penati sgombrano il campo dagli equivoci:

Nel Pd ci sono troppi guastatori che solo dopo le primarie di Milano grondano dagli artigli buoni consigli e collaborazione. Mi spiace rilevare che anche Mariapia Garavaglia è tra loro. Chiedere al Pd di non rispettare l'esito delle primarie non solo umilia le migliaia di persone che hanno votato, ma mette in discussione l'onorabilita' stessa del Pd. Milano sta cercando di girare pagina. Nel Partito democratico si sta costruendo l'unita' per sostenere Pisapia e con lui battere la Moratti (ANSA)

Per chiudere: pubblicato il 27 ottobre scorso, questo è un sondaggio sulle intenzioni di voto dei milanesi alle prossime comunali. Realizzato da SWG, lo trovate su sondaggi politico elettorali. Guardate la pagina del link, fino in fondo: Albertini c'era già, anche nei sondaggi.

sondaggio intenzioni voto comunali 2011

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: