Car sharing atto secondo: stalli in superficie, più auto e via libera nelle corsie preferenziali

car sharing

Ultimamente a Milano e in molte altre grandi città si parla di bikesharing e di mobilità alternativa, a volte però ci si dimentica nel citare il carsharing, una realtà già attiva a Milano per lo meno dal 2006. Parlo da fruitore del servizio. Da tempo non possiedo una macchina e se devo utilizzarne una mi affido al servizio diLegambiente e Atm che, dicono, risulta conveniente se si percorrono meno di 8 mila km all'anno.

Attualmente il servizio conta 30.000 iscritti. Numeri incoraggianti, ma non esagerati. Chiacchierando, quando cito il Carsharing alla gente moltissimi non hanno idea di cosa si tratti e spesso mi sono chiesto perchè il servizio (che reputo efficiente e comodo) non decolli. Ma si sa quanto l’italiano medio sia attaccato alla sua 4 ruote. E’ indubbio che alla gente piace vivere facile e lo “sbattimento di raggiungere l’autorimessa” non è da sottovalutare.

A questo cerca di rimediare la cosiddetta fase 2 del progetto con aree di sosta in superficie. Non più solo parcheggi sotterranei. Da ieri sono attivi 7 nuovi stalli: piazza medaglie d’Oro, porta Genova, piazzale Cadorna, piazzale Loreto, Università Statale, piazza Fontana e Cantore. Obbiettivo e di passare da 65 parcheggi sotterranei a 70 in superficie, entro giugno 2011. ma non è finita perchè da dicembre le auto della flotta car sharing avranno la possibilità di usufruire delle corsie preferenziali, l'acesso libero nell'area ecopass e la sosta gratuita sulle strisce blu. Ah, ci sono anche le auto di design.

Inoltre, per convincere potenziali nuovi clienti a provare il servizio, GuidaMi dal 17 novembre offre il “Test Drive” ad un prezzo molto vantaggioso: tre mesi di abbonamento al costo di 20 euro. Ci si iscive online. Al termine dei tre mesi, l’abbonamento si rinnova automaticamente per 12 mesi. L’eventuale disdetta deve avvenire con almeno 24 ore di anticipo.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: