La classifica delle strade più intasate d'Italia: A Milano bloccata una via su tre

traffico milano

Leggo con piacere su Repubblica un'insolita classifica: quella degli ingorghi, "l'elenco delle vie da evitare, la top ten dell'immobilità urbana in Italia". La strada più trafficata è a Palermo, si chiama viale Regione Siciliana, 12 chilometri quotidiani di automobili, smog e bile. Sogghigna l'automobilista nordico. Ma non è il caso di cantar vittoria, il traffico è un flagello globale. La seconda strada da evitare come la pesta è via Francesco Cigna nel cuore di Torino, intasata 81 ore alla settimana. Esattamente come la terza strada di questa insolita classifica, via Vittorio Veneto a Cassano d'Adda, quella sul ponte.

La mappa delle strade impossibili è stata disegnata grazie alla più importante casa di navigatori mondiali che ha fatto una ricerca sui flussi del traffico con i dati della viabilità sulle strade urbane. Vi starete chiedendo che fine ha fatto la nostra città. Presto detto: Milano c'è, dal quarto al sesto posto, tre strade in cui chiunque ci è capitato cominciando la cantilena dell'impreco: via Lunigiana, zona circonvallazione nord, via Porpora, dalla quale entrano le macchina dell'Hinterland, e la centralissima via Pontaccio, nonostante l'Ecopass. Non possiamo consolarci neanche con la classifica generale: a Milano quasi un terzo delle strade (il 29,8) sono colpite dal flagello del traffico, a Roma il 27,6, a Napoli il 27,5.

Foto by Flickr, Uberto

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: