I cittadini del Ticinese sul piede di guerra: il quartiere dello sballo senza freni

Torniamo a parlare di Movida selvaggia in Ticinese, dopo le varie denunce di evasione e l'esposto dei residenti contro il Comune, l'ennesimo che va ad allungare una lista che ne conta più di 50.

I cittadini sono esasperati da una situazione insostenibile che di fatto ha trasformato tutto corso di Porta Ticinese in un vero e proprio "bordello" a cielo aperto. Ma è soprattutto la piccola via Vetere a soffrire maggiormente, grazie alla presenza di locali che vendono birra e superalcolici da passeggio a prezzi bassi.

I residenti preparano la mobilitazione contro il Comune che ha di fatto rinunciato a far rispettare le sue ordinanze che vietavano di vendere alcolici in bottiglia anche nelle zone in cui è vietato. In un articolo sul Corriere di oggi Salvatore Crapanzano, il portavoce del Coordinamento dei comitati, denuncia che molte licenze sono state vendute ai cinesi, che notoriamente sono i più avvezzi a vendere a basso costo.

Un nuovo problema si aggiunge ad una situazione esplosiva. Per comprendere la situazione può essere utile la mia testimonianza, risalente all'anno scorso. Proprio in via Vetere, una "tranquilla" serata fuori dal bar Rattazzo, stava degenerando in una mega rissa. Questo perchè un ragazzo fermato da un poliziotto in borghese era ammanettato alla cancellata del parco e in molti non gradirono i metodi poco ortodossi della Polizia. E voi ci siete passati di recente?

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: