Expo: i numeri della discordia

expo

All'inizio si fece una stima un po' esagerata: 29 milioni di visitatori. Poi Stanca disse che ne sarebbero bastati 20, al di sotto dei quali si sarebbe parlato di flop. E di flop si parla ormai da tempo per l'Expo 2015. Tutti, o quasi, sono concordi nell'affermare che le stime sono troppo ottimistiche.

A tal proposito un bell'articolo di Lettera 43 prende ad esempio il ragionamento di Luca Trada, portavoce dell'Osservatorio No Expo2015: "Se penso al Salone del mobile come massima espressione espositiva, siamo lontani dalle stime di 150-180 mila presenze previste su una giornata tipo di Expo 2015. È impensabile avere anche 100 mila visitatori al giorno per sei mesi. E se pure accadesse, sarebbe un disastro sul fronte della ricettività".

La ricettività a Milano è un grosso problema. Nel settimana del Salone del Mobile Milano è colma come un uovo e in molti si accontentano di alloggiare anche fuori città. Ma fin qui, tutto bene. Si potrebbe aumentare con nuove strutture create ad hoc. Ma i dubbi rimangono a causa dei pregressi Expo.

C'è anche il caso Saragoza: nel 2008 avevano preventivato 8 milioni di visite per un Expo minore (cosiddetta internazionale), in realtà furono solo 5milioni. Quattro su cinque erano cittadini spagnoli contro un'attesa di un 70% di stranieri, con pesanti ripercussioni sull'indotto turistico.

Già nel 2000 l'expo ad Hannover vide crollare i visitatori a 18 milioni. Il caso eccezionale è rappresentato da Shanghai 2010, un'expo visitata da 72 milioni di persone, ma la Cina è un paragone non calzante. Soluzione? "Per evitare di essere fagocitate da internet, le rassegne devono offrire una user experience davvero accattivante, in un contesto che vada molto al di là dell'evento in sé".

A Milano la punta di diamante dell'expo consisterebbe nella realizzazione dell'area espositiva su un’area di circa 1.100.000 mq. Ma siamo ancora in alto mare sull'acquisizione dei terreni. In ogni caso, C'è chi sostiene, infine, che il brand Expo 2015 valga per Milano 60 miliardi di euro soltanto a livello di immagine e reputazione. Ma si tratta di fattori difficili da quantificare in moneta. Voi cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: