Polveri sottili e dati ARPA 2011: Ecopass influente solo nel 5% di Milano

ecopass varchi milanoTempo fa ero ossessionato dall'Ecopass, poi m'è passata: oggi leggo sul Corriere di nuovi dati ARPA, interessanti anche perché dimostrano ancora una volta come Ecopass non abbia fatto poi granché contro l'inquinamento in città. E quel poco che ha fatto, l'abbia fatto in una cerchia molto ridotta di territorio:

Il confronto tra i livelli di Pm10 registrati nei primi quattro mesi del 2011 dimostra che, nella centralina di via Pascal, in Città Studi, la media di polveri sottili è identica a quella del 2008 (54 microgrammi per metro cubo). Massiccio invece il peggioramento nella Cerchia: al Verziere si è passati dai 48 microgrammi del 2008 ai 64 del 2011; in via Senato la media giornaliera è salita da 58 a 67 microgrammi (il valore più alto misurato a Milano a partire dal 2007)

Non solo: alla fine della fiera la colpa è sempre la solita. Della posizione in cui si trova Milano, almeno secondo quanto spiega il Presidente di ARPA, Enzo Lucchini. Il trend della qualità dell'aria sarebbe comunque buono, con un miglioramento dal 2004 a oggi:

«L'andamento dello smog va analizzato sul lungo periodo. Dal 2004 assistiamo a un miglioramento continuo della qualità dell'aria (...) Il ticket ha ridotto auto e polveri (...) ma il provvedimento produce risultati limitati al 5% del territorio cittadino, dove le condizioni di traffico sono più pesanti»

Chissà, chiunque vinca alle comunali 2011, che fine farà l'Ecopass.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: