Ballottaggio Milano 2011, gli appuntamenti per Giuliano Pisapia e Letizia Moratti

prossimi appuntamenti moratti pisapiaAl ballottaggio per le elezioni comunali Milano 2011 manca poco: si tornerà a votare per Giuliano Pisapia o per Letizia Moratti il 29 e il 30 maggio. Intanto, cerchiamo di fare una panoramica dei prossimi appuntamenti in città per i due candidati a Palazzo Marino.

Stasera Pisapia è al Teatro Smeraldo di piazza XXV aprile, dalle 21, altre info sul suo sito

“Ballottaggio: istruzioni per l’uso“ (...) Durante la serata verranno analizzati i dati elettorali del 15 e 16 maggio per capire in che modo hanno votato i milanesi e poi si definiranno termini più operativi per gli ultimi giorni di campagna.

Leggo invece su Polisblog che la prossima mossa di Letizia Moratti potremmo vederla sempre da oggi sulle strade della città: avete letto dei manifesti “Non lasciamo che Milano finisca nelle mani dei centri sociali”? Magari sono anche già in giro, qualcuno li ha avvistati? Vediamo altro dopo il salto.

Letizia Moratti ha deciso di cambiare lo staff che le cura la comunicazione, e non si capisce molto delle sue prossime mosse. Prima era con la Sec, sentiti più volte in questi mesi, gente preparata e professionale. Ora è un po' come quando i presidenti di calcio indispettiti silurano l'allenatore dopo una brutta sconfitta. Di solito però, anche il presidente dovrebbe farsi qualche domanda, magari se ha commesso qualche errorino... c'è un bel retroscena, plausibilissimo, si legge su Affari

Si diceva che ci sono due tesi, sull'addio della Sec. La prima: la Sec era all'oscuro di quella manovra comunicativa del sindaco, finendo per essere colta impreparata. Persone vicine alla società di Fiorenzo Tagliabue, il fondatore, molto amico di Roberto Formigoni, raccontano del gelo che calò sullo staff, dell'irritazione della società. "Ma come è possibile sbagliare così? Adesso penseranno che siamo stati noi a passare l'informazione...", questo il commento a caldo, visto che la Sec era stata ingaggiata proprio da Pisapia per gestire la campagna delle primarie.

E adesso il pallino della comunicazione - in questi undici giorni di fuoco che ci superano dal ballottaggio per le comunali 2011 - sembra tornare in mano a una vecchia conoscenza: quel Paolo Glisenti, fedelissimo di Donna Letizia, che doveva essere il golden boy dell'Expo 2015. Ve lo ricordate? Fu sacrificato in nome di equilibri politici più romani che milanesi, il suo posto lo prese prima Lucio Stanca, poi anche Lucio Stanca si dimise, e infine ora tutto è in mano al poco visibile Giuseppe Sala.

Perché vi ho scritto tutto questo? Perché anche cercando, non ho trovato mezzo appuntamento che sia uno per Letizia Moratti. Né su Facebook, né su Twitter, né tantomeno nel sito ufficiale, né per telefono. Se sapete qualcosa, scriveteci alla mail dei suggerimenti che facciamo un update.

Update ore 15.14

Da qualche minuto su Lettera Viola sarebbero apparsi i manifesti:

manifesti pdl milano centri sociali

Direi che "disperazione totale" è la didascalia giusta: basta rileggersi che fine hanno fatto i centri sociali a Milano nell'ottimo reportage che aveva fatto Gianluca Longhi. Non ci sono più i centri sociali a Milano, quei pochi rimasti sono più o meno come dei panda albini.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: