Milano al 25° posto tra le città più care al mondo per gli immigrati


Grazie al cielo non rientrano nella top ten, ma solo nella top 50 delle città più costose del mondo in base al giudizio dei lavoratori stranieri che si trasferiscono in altre città per lavoro: Milano c'è, e si piazza con un ragguardevole 25° posto. Si tratta dell'annuale classifica dello studio americano della Mercer, il più completo al mondo, realizzato confrontando oltre duecento beni e servizi tra affitti, abbigliamento, divertimenti, cibo, ecc.

In Europa ci batte Mosca, che si piazza al quarto posto; seguono le svizzere Ginevra al quinto, Zurigo al settimo e Berna al sedicesimo. Includendo Oslo, Londra e Copenaghen, subito dopo arriva la nostra città che precede Parigi. Roma solo al 34° posto. Rispetto all'anno scorso abbiamo perso 10 punti. La tendenza al ribasso pare inarrestabile; basti pensare che Milano era 11° nel 2007. Così ha commentato Constantine Metral:

Nella maggior parte delle città dell'Europa occidentale il costo della vita per gli immigrati è rimasta relativamente stabile negli ultimi 12 mesi. Tuttavia, molte delle città della regione sono ancora scese in classifica. Questo perché tutte le città sono messe a confronto su New York dove gli aumenti dei prezzi sono stati più significativi rispetto alla maggior parte delle città europee. Ha influito anche la riduzione dei costi di alloggio a causa della crisi economica"

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: