A Milano aumentano i furti negli appartamenti

Non ce ne voglia la D'Urso, ma in questi giorni l'avvenente presentatrice è diventata il simbolo tragico di chi ha subito un furto. "Casa devastata che cosa brutta", ha scritto la conduttrice sul proprio profilo ufficiale di Twitter. Ad Alfonso Signorini, che le chiedeva dove era successo il fatto, ha risposto: "A Milano casetta nuova. Sventrata. Portato via tutto...e i gioielli di mamma!! Sono a pezzi".

L'ultimo caso eclatante di una lista lunghissima; tra le star depredate ricordo anche la Ventura e il calciatore Muntari. Il furto in casa non risparmia nessuno, almeno lui è democratico. D'altronde, ricerca Istat, circa il 60% degli italiani teme di subire un furto in casa e il timore aumenta in coincidenza con le feste di fine anno, quando molti milanesi lasciano l'abitazione anche per pochi giorni per andare in vacanza.

L'argomento mi sta a cuore essendomi trasferito di recente in un appartamento sito al primo piano. In questi giorni poi sento sempre più spesso di ladri che svaligiano case. Il questore Alessandro Marangoni, nel corso del consueto appuntamento con la stampa per la presentazione del rapporto di fine anno dice che la crisi economica, e l'impoverimento della popolazione, può aver influito sull'aumento di furti e rapine in città. Secondo il prospetto i furti in città sono aumentati del 12,31%. Brutta cosa. E voi, lettori di 02blog, facendo i dovuti scongiuri, siete rimasti vittima di qualche visitina sgradita di questi tempi?

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: