Elezioni comunali Milano 2016: Paolo Del Debbio candidato sindaco del centrodestra?

Dopo l'exploit di Giovanni Toti in Liguria, Forza Italia vuole puntare ancora su un uomo della televisione. Ma lui pone una condizione.

del debbio candidato sindaco

Continua la corsa di avvicinamento alle elezioni comunali di Milano del 2016 e continua ad aumentare il numero dei possibili candidati sindaco. Nella rosa del centrodestra, che è ancora in alto mare nell'individuazione del proprio front-runner, si fa un nome nuovo, quello del conduttore del talk show di Rete 4 Quinta Colonna, Paolo Del Debbio.

Viene da pensare che il successo dell'altro volto televisivo scelto personalmente da Silvio Berlusconi nei ranghi Mediaset, vale a dire Giovanni Toti, inaspettatamente diventato presidente della Regione Liguria, abbia fatto ritenere che pescare di nuovo nel bacino televisivo potesse essere una buona scelta. Tanto più che consente di mostrare al pubblico un volto già noto e che sappia andare a fare incetta di voti nell'elettorato più tradizionale di Forza Italia.

Per il momento, dal diretto interessato, non arrivano conferme dirette, ma sicuramente c'è un certo interesse: "Sono onorato della proposta, ma sarebbe bello eventualmente farlo con le primarie. Le nomine ci sono solo nelle gerarchie ecclesiastiche". Un secondo problema, di stampo molto più prosaico, è quello dello stipendio: come si fa a convincere un giornalista della televisione, sicuramente ben pagato, ad accettare di abbassare in maniera così drastica lo stipendio? Il sindaco di Milano, in effetti, guadagna tra i 4 e i 5mila euro netti al mese. Certo, non è poco, ma è niente rispetto ad altre professioni (e secondo alcuni anche rispetto alla responsabilità che il sindaco di una grande città si porta dietro).

Al di là di questi aspetti, è Maria Stella Gelmini - che sta lavorando duramente per mettere assieme la squadra del centrodestra - a spiegare in un'intervista al Corriere le qualità che, secondo lei, possiede Del Debbio: "Ha una grande comunicativa, è in grado di parlare alle persone. E poi ha anche un’esperienza amministrativa importante, è stato già assessore di questa città. Se accetta la candidatura, lui è una carta vincente. Sarebbe fantastico".

  • shares
  • Mail