La mappa dei muri liberi di Milano per i writers

100 muri liberi a Milano per writers in erba. Ecco la mappa per trovarli tutti.

mappa muri liberi writers milano

Qualche tempo fa vi avevamo parlato dell'iniziativa del comune di Milano per assegnare 100 muri liberi per i writers che si vogliono cimentare senza andare a fare nulla di illegale. Adesso il comune offre una mappa interattiva in cui trovare gli spazi a disposizione per gli street artist, la potete vedere a questo link.

Una mappa per conoscere i graffiti della città e i muri dove è possibile realizzarli. Muri Liberi, l’iniziativa lanciata dal Comune che ha messo a disposizione 100 spazi per la street art, si avvale di uno strumento per fare conoscere e promuovere l’arte di strada: tramite il sito del comune è possibile localizzare e visualizzare le località interessate da questa iniziativa. Inoltre, per aumentare gli spazi in città, è stata creato un indirizzo a cui segnalare possibili nuovi siti.

Le modalità per individuare le località in cui si trovano i muri liberi sono molto semplici. Andando sulla "Mappa Muri Liberi" è così possibile una geolocalizzazione dei luoghi, cliccando sulle bandierine poste sulla cartina della città che indicano la presenza dei muri. La stessa operazione può essere fatta con uno smartphone o con un tablet.

I cittadini avranno la possibilità di segnalare spazi per la street art all’indirizzo muriliberi@comune.milano.it. Le segnalazioni saranno vagliate dai tecnici dell’assessorato ai Lavori pubblici che accerteranno se lo spazio indicato è idoneo per l’arte di strada.

Un'iniziativa lodevole, anche se il meccanismo di "chi prima arriva si prende il muro" senza nessuna selezione potrebbe portare ragazzini non ancora pronti a disegnare scarabocchi che rischiano di essere controproducenti, soprattutto se il tentativo è anche quello di mostrare come disegnare sui muri non significa essere vandali.

Il rischio è anche quello che si creino delle liti, visto che solitamente le crew di writers prendono dei muri (legalmente o meno) e poi è chiaro a tutti che su quelle pareti solo tot persone potranno agire. Probabilmente, si spera nel buon senso delle persone, ma la procedura, diciamo così, è un po' avventata.

  • shares
  • Mail