Elezioni comunali Milano 2016: anche Francesca Balzani tra i candidati sindaco?

Tra i candidati alle elezioni comunali di Milano spunta anche il nome dell'attuale vicesindaco. Ma le esigenze da tenere in conto sono moltissime.

In vista delle elezioni comunali di Milano il centrosinistra, vale a dire il Pd e Sel, devono tenere presenti molte esigenze. Prima di tutto, la necessità di "non buttare via l'esperienza Pisapia", ma anche quella di tenere queste benedette primarie e di non rompere l'alleanza con Sel che tanta fortuna ha portato nella precedente occasione. Ecco, tre esigenze che sono tra loro molto strette.

Non buttare via l'esperienza Pisapia, locuzione che sta diventando un luogo comune, tutto trovare un nome forte come candidato sindaco che sia espressione della giunta e che possa quindi portare avanti l'esperienza che in tanti giudicano positivamente. Ma significa anche tenere insieme l'alleanza Pd-Sel, sempre in nome della continuità, e questo anche se i nomi che circolano come candidato sindaco per Milano sono tutti del Pd. Ma per tenere assieme l'alleanza è anche importante che si tengano le primarie, visto che una candidatura imposta dall'alto che non segua il processo democratico a cui la sinistra si è ormai abituata sarebbe difficilmente digeribile da Sel.

Finora il nome che sembrava tenere assieme tutte queste esigenze era quello di Pierfrancesco Majorino, che però, stando almeno ai primissimi sondaggi sulle comunali di Milano, sconta una scarsa conoscenza da parte degli elettori.

E così, salta fuori un nome nuovo, si dice caldeggiato in primis da Pisapia e, ancor più importante, apprezzato dalla segreteria nazionale del Pd (dove può anche vantare un'amicizia personale con Deborah Serracchiani): la vicesindaco Francesca Balzani. Ma siamo sicuri che questo nome avrebbe più presa di quello di Majorino? Al di là del fatto che i due (assieme a Fiano) dovrebbero comunque confrontarsi alle primarie; il vantaggio di quest'ultima sembra essere la superiore esperienza politica, anche nella decisiva materia delle campagne elettorali per delle passate elezioni europee, in cui raccolse 48mila voti trovandosi eletta.

Altro vantaggio: la sua candidatura sembra mettere davvero d'accordo tutti. Dai civatiani ai renziani si respira un consenso più o meno unanime; buono il rapporto anche con Sel. Per il momento, da parte del vicesindaco, non arrivano né smentite, né conferme; ma in caso di pressing vero e proprio sarebbe difficile tirarsi indietro.

francesca balzani vicesindaco milano

  • shares
  • Mail