L'ex stazione Agip di piazzale Accursio riprende vita, ecco il progetto

Un garage per la customizzazione di auto e moto e un ristorante di Carlo Cracco. L'ex autostazione di Piazzale Accursio rinasce dopo decenni di abbandono.

L'ex Stazione Agip di piazzale Accursio è uno dei luoghi abbandonati di Milano preferiti dai lettori di 02blog, che le hanno sempre riservato una particolare attenzione. Ragion per cui, la notizia che grazie a Lapo Elkann e Carlo Cracco questa astronave abbandonata da decenni tornerà a nuova vita da un lato fa molto piacere, dall'altro quasi dispiace, perché a quel rudere ci eravamo davvero affezionati.

Ma niente nostalgia, che in verità è meglio così e un nuovo futuro è quanto bisogna augurare a ogni luogo abbandonato in questa città. Quindi: cosa sorgerà al posto di quella che una volta era una stazione dell'Agip, con tanto di sala d'attesa con bar, officina, lavaggio, uffici e un'abitazione; pensata come ultima sosta per i tanti che il week end si mettevano in viaggio per la Milano Laghi?

Il progetto più interessante è sicuramente quello di Lapo Elkann: Garage Custom Italia. In cosa consiste lo spiega lo stesso rampollo Agnelli: "Se qualcuno viene da noi con un'auto, una moto, un aereo, un elicottero o una barca, li renderemo unici: sia dal punto di vista dell'innovazione che da quello della tradizione. I "Maestros", tecnici specializzati con abilità uniche e di assoluta maestria, trasformano i sogni in realtà. In un luogo iconico dove, sotto lo stesso tetto, eccellenze italiane riunite ancora una volta sono la dimostrazione che l'Italia e il fare squadra possono essere vincenti".

Non male come idea, tanto più che - nonostante si tratti ovviamente di una cosa di lusso - riesce nell'intento di mantenersi legato alle tradizioni di questo posto.

Meno originale la seconda idea: un ristorante di Carlo Cracco, sul quale al momento non si hanno ancora notizie precise. “Il nuovo allestimento dell’ex stazione di servizio Agip di piazzale Accursio conferma che Milano è una città che cresce e migliora sia in centro, sia in periferia. Il restauro di questo bellissimo edificio, per anni abbandonato al degrado, è un’ottima notizia che non può che avere il sostegno del Comune e delle Istituzioni”, racconta soddisfatto Pisapia.

  • shares
  • Mail