Che fine farà l'Albero della Vita?

Sembra scartata l'opzione di piazzale Loreto, ma altre ipotesi si fanno strada.

Ma l'Albero della Vita che si può osservare a Expo 2015 vi piace o no? La domanda sembra banale, e invece è di grande importanza visto che proprio in questi giorni si sta discutendo del suo destino una volta che la grande esposizione sarà terminata. Personalmente, non l'ho trovato un granché, davvero. Di giorno abbastanza spoglio, dalla forma anonima, nemmeno così imponente; di notte più vivace, ma al limite del kitsch. Insomma: anche i francesi non si sono innamorati subito della Torre Eiffel (che fu costruita per l'esposizione del 1889 di Parigi), ma non sembrano esserci le premesse perché i milanesi si innamorino dell'Albero della Vita.

La prima ipotesi che è circolata negli scorsi mesi voleva che l'Albero della Vita trovasse nuova collocazione in piazzale Loreto. Adesso quella idea sembra essere stata accantonata e forse è meglio così: certo il rendering rendeva bene (ma quando mai i rendering non rendono bene?), ma inserire un'altra struttura di elevate dimensioni in una piazza già circondata da palazzoni potrebbe dare il colpo di grazia ai pedoni. L'alternativa che sta girando in queste ore ha più senso?

Si parla di portare l'Albero della Vita nel quartiere Adriano, quella zona di periferia tra Milano e Sesto San Giovanni; per la precisione di collocarla all'interno del futuro parco Adriano. La cosa positiva, visto che solitamente tra i residenti si alzano barricate ogni volta che il loro quartiere viene inserito in un qualunque programma, è che sono stati gli stessi abitanti della zona a chiederlo, raccogliendo 700 firme sostenendo che "sarebbe un modo per rendere più vivibile la zona".

Insomma, l'Albero della Vita come simbolo di rinascita di un quartiere periferico che potrebbe attirare turisti (?) all'interno del parco, riqualificando così l'intera zona. Il parco, per il momento, nemmeno c'è; ma esiste un'area di 50mila metri quadrati che a breve sarà bonificata e che poi diverrà parco cittadino. A contendere l'Albero della Vita al quartiere Adriano c'è però Roma (si pensa di sistemarlo all'Eur) e anche Brescia (il consorzio Orgoglio Brescia si è occupato della costruzione).

albero della vita

  • shares
  • Mail