Base Milano: che cos'è

Un nuovo spazio da seimila metri quadrati, per ospitare coworking, laboratori artigianali, incubatori d'impresa e anche eventi.

Dove c'era lo Spazio Oca, esperimento tanto bello quanto abbastanza sfortunato, adesso c'è (o meglio, ci sarà, dopo l'inaugurazione prevista per marzo) Base Milano: a place for cultural progress (via Bergognone 34). E già il nome la dice lunga sulle ambizioni di questo nuovo progetto che ha l'obiettivo di ridare vita a seimila metri quadrati (e ce ne sono altri seimila che attendono) dell'ex acciaierie Ansaldo di via Tortona.

Per il momento le attività sorgeranno tra il piano terra e il primo piano (ma ci sono idee anche per il secondo e il terzo piano, quando arriveranno i fondi necessari) e saranno quelle di coworking, laborativi artigianali, incubatori d'impresa, produzione culturale con un piccolo teatro, la sede di Wikimedia Italia e uno spazio per concerti ed eventi.

Insomma, un po' il sogno di quanto puntano sulle aree ex industriali per dare vita a una produzione artistica-culturale (e anche imprenditoriale) sul modello che tanto successo ha avuto tra Londra e Berlino, e che con qualche decennio di ritardo, forse, sta arrivando anche da noi. A gestire tutto quanto saranno sei associazioni: Arci, Avanzi, Esterni, H+, Make a Cube3.

Adesso la priorità è quella di trovare partner nel mondo del privato che vogliano entrare in questo pianeta che sta per sorgere: si cercano piccole imprese, ma anche ong e singoli professionisti. Tutti attori che difficilmente resteranno indifferenti a una zona alla moda già da anni ma che adesso sta davvero diventando uno dei centri della città, grazie anche alla nascita del Mudec.

“Non è un caso se a Milano - afferma il sindaco Giuliano Pisapia - per il secondo anno consecutivo la città più Smart d’Italia, come ha appena certificato ICity Rate, sta nascendo Base, un progetto che apre nuove prospettive per crescere, creare sviluppo e innovare. Il nuovo spazio sarà capace di generare contemporaneamente impresa e cultura, formazione e sperimentazione. Un progetto che rispetta la natura ex industriale della zona Tortona, ma anche la sua vocazione innovativa attuale. Base sarà una moderna fabbrica di produzione culturale, una ‘officina’ di 6mila metri quadri che coprirà tutto il ciclo di sviluppo dei prodotti e servizi culturali e creativi, dall’incubazione alla produzione, fino alla fruizione. Un luogo di lavoro, di studio, di ricerca, fondato sulla stretta collaborazione tra pubblico e privato, tra cultura e sostenibilità economica, tra investimenti e produzione di ricchezza, con l’obiettivo di alimentare un sostegno reciproco tra il mondo delle aziende, il sociale, l’ambiente e le persone".

  • shares
  • Mail