Prima della Scala 2015: dove vedere la prima diffusa e il programma degli eventi

Dove vedere la prima della Scala e quali sono gli altri eventi in programma?

prima della scala 2015 prima diffusa milano eventi programma

La Prima della Scala di questo 2015 a Milano sarà, come ogni anno, il 7 dicembre (giorno di Sant'Ambrogio, patrono della città). E, come ormai avviene da un bel po' di tempo a questa parte, la Prima della Scala è anche l'occasione per dare vita a un bel po' di eventi in città, che prendono il nome della "Prima diffusa".

Quest'anno l'opera che inaugurerà la stagione è la Giovanna d'Arco di Giuseppe Verdi, diretta da Riccardo Chailly. Ma siccome ben pochi possono accedere alla prima della Scala, qui non parleremo di biglietti e prezzi e modi per intrufolarsi, ma degli eventi collaterali previsti in città per il grande evento.

Dal 26 novembre al 13 dicembre ci saranno infatti 50 eventi gratis in città, racchiusi nel programma che ha nome "Giovanna d'Aro torna in città". Di questi eventi, quello principale riguarda ovviamente la possibilità di assistere alla prima della Scala su maxischermo. Ecco alcuni dei luoghi: Teatro dal Verme con ritiro dei biglietti presso la biglietteria del teatro, in distribuzione gratuita a partire dal 1 dicembre 2015 (da martedì a sabato, dalle 11,00 alle 19,00); al MUBA / Museo dei bambini, alla Rotonda della Besana dove saranno organizzati laboratori per bambini su Giuseppe Verdi durante la proiezione; all’Ottagono in Galleria Vittorio Emanuele II, a cura della Fondazione Teatro alla Scala; al Teatro IN-Stabile alla II Casa di reclusione di Milano – Bollate con prenotazione obbligatoria; alla Casa delle Associazioni e del Volontariato Zona 8 /Villa Scheibler; e all’Auditorium del Museo delle Culture/ MUDEC, che sarà preceduto dalla lezione interattiva del Maestro Fabio Sartorelli.

Questo per quanto riguarda i luoghi in cui assistere alla prima della Scala. Mentre ecco i principali appuntamenti in rassegna.

. “Lezione introduttiva all'opera”, incontro con Alexander Pereira, sovrintendente e direttore artistico del Teatro alla Scala e i detenuti del carcere di San Vittore che si terrà il 27 novembre, alle ore 15,00 alla Casa circondariale San Vittore.

. Sabato 5 dicembre, alle ore 19,00 allo Spazio Teatro 89 (via Fratelli Zoia 89) è in programma “150 anni dopo – Con Giovanna d'Arco la Scala riscopre la sua tradizione” dialogo pubblico tra il Maestro Riccardo Chailly e l'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

. Lunedì 30 novembre, alle ore 18, al Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini del Teatro alla Scala, si terrà l’incontro con il Maestro Alberto Rizzuti, curatore dell’edizione critica dell’opera, con la partecipazione del Maestro Riccardo Chailly.

. Domenica 6 dicembre, alle ore 18,30, a Palazzo Edison, in Foro Bonaparte 31, si terrà “Patti Smith VS Giovanna d’Arco: storie di donne simbolo di libertà”. Patti Smith svela la sua grande passione per l’opera lirica dialogando con Gaia Varon, musicologa e giornalista e Don Luigi Garbini della Arcidiocesi di Milano.
Sempre nella sede di Edison, altri due appuntamenti: il 2 dicembre alle 18.30 i solisti dell’Accademia di perfezionamento della Scala interpretano i capolavori di Giuseppe Verdi nel concerto Da Giovanna d’Arco a Falstaff;

. Mercoledì 9 dicembre alle 18.30 “Contro-corrente. Giovanna d’Arco e noi”, l’incontro moderato dalla giornalista Roberta Scorranese con l’étoile della Scala Carla Fracci, l’attrice Monica Guerritore e la scrittrice Silvia Ballestra.

. Lunedì 7 dicembre, alle ore 15,45, alla Triennale è previsto “Maratona Scaligera”: lettura corale di Paura alla Scala, classico racconto di Dino Buzzati, eseguita tra gli altri da Andrea Kerbaker e Marta Morazzoni, Pier Luigi Vercesi e Anna Nogara. A fare gli onori di casa sarà il Presidente della Triennale Claudio De Albertis.

“Giovanna D'Arco torna in città” riserva, inoltre, una particolare attenzione ai bambini con una serie di attività organizzate al MUBA e a WOW Spazio Fumetto dove è aperta la mostra e progetti nelle scuole a cura dell’Accademia del Teatro alla Scala.

Molte altre informazioni le trovate qui; da qui potete invece scaricare il programma da stampare.

  • shares
  • Mail