Elezioni comunali Milano 2016: per le primarie Pd è sfida a tre

La sfida per decidere il candidato sindaco del PD sarà tra Balzani, Sala e Majorino. Parte ufficialmente la campagna elettorale.

Era nell'aria da un po', alla fine la situazione in vista delle primarie Pd per decidere il candidato sindaco di Milano si è andata quasi ufficializzando. Sarà una sfida a tre: Giuseppe Sala, l'uomo gradito dal premier Renzi ed ex commissario dell'Expo; Francesca Balzani, attuale vicesindaco e nome più in linea con la giunta Pisapia; Pierfrancesco Majorino, ideale punto di contatto tra Sel e la minoranza Pd. Il che significa che le primarie dovranno fare a mano di un competitor come il parlamentare Emanuele Fiano, vicino a Renzi e che quindi ha fatto un passo indietro per non pestare i piedi a Sala.

"Saranno primarie vere e aperte, ma chi perde sosterrà il vincitore": è questo l'accordo trovato tra Pisapia e Renzi, per evitare il ripetersi di una situazione Liguria, in cui la minoranza, dopo aver perso, ha tradito il patto consegnando la vittoria al centrodestra (ma la situazione era certo più complessa di così). Tutto bene, dunque? Dal punto di vista di Renzi, forse sì. Nessuno potrà accusarlo di aver imposto un nome dall'alto e, certo, vedere un outsider come Sala decidere di confrontarsi per le primarie fa un certo effetto.

I problemi, adesso, sono tutti relativi all'ala meno renziana del Pd; che si ritrova con due candidati pronti a farsi la guerra interiore. Per la verità, il profilo politico dei due non è lo stesso: Balzani si può considerare un'espressione degli "arancioni", dei "comitati per Milano"; mentre Majorino è diretta espressione di quella parte del Pd milanese anti-renziano e pronto a dialogare con Sel. Differenze, però, di poco conto, soprattutto agli occhi degli elettori.

Come se ne uscirà? Difficile a dirsi, adesso. Ci si poteva attendere un passo indietro di Majorino per il bene della squadra, ma la cosa per ora non sembra nel novero delle possibilità. È invece probabile che altri candidati si facciano vivi, nei prossimi giorni. Ed è anche per questo che si sta pensando di spostare la data del voto delle primarie.

  • shares
  • Mail