Il nuovo murales alla Fabbrica del Vapore

Dedicato al custode del sito archeologico di Palmira ucciso dallo Stato Islamico.

Non c'è più solo Nelson Mandela a decorare i muri esterni della Fabbrica del Vapore (che peraltro si prepara a importanti novità). Grazie al lavoro degli street artist Pao, Ivan, Orticanoodles e Piger da oggi c'è anche un nuovo personaggio, che per quanto poco conosciuto alle masse è sicuramente meritevole di essere protagonista di un'opera d'arte.

E questo perché si tratta di un uomo che ha dato la vita per proteggere l'arte e la cultura dalla barbarie dello Stato Islamico: Khaled al-Asaad è infatti il custore del sito di Palrmiea. L’archeologo siriano è stato giustiziato dai miliziani dell’Is lo scorso agosto per essersi rifiutato di consegnare i preziosi reperti nascosti nel sito.

Un eroe, c'è poco da aggiungere. Che ha messo la cultura della sua terra davanti a tutto, anche davanti alla sua vita. Al custode di Palmira era già stato dedicato un albero, piantato lo scorso novembre alla Montagnetta di San Siro, nel Giardino dei Giusti.

Foto | Walls of Milano

  • shares
  • Mail