Affittare casa a Milano: arrivano i contributi per le giovani coppie

Sposate o anche solo iscritte al registro delle unioni civili: ecco i contributi per affittare casa a Milano destinati alle giovani coppie.

comprare-casa-milano-prezzi.jpg

Da oggi e fino a venerdì 27 maggio le giovani coppie milanesi, fino a 40 anni di età sposate o iscritte nel registro comunale delle Unioni civili e con un Isee familiare fino a 20mila euro, potranno presentare domanda al Comune di Milano (Direzione Centrale Politiche sociali e Cultura della salute) per avere un contributo di 1.200 euro di sostegno al reddito finalizzato al pagamento dell’affitto.

Palazzo Marino ha messo a disposizione 400.000 euro. Sul sito del Comune e presso tutti i centri territoriali (Servizi sociali professionali territoriali) le informazioni utili. I contributi saranno assegnati in base ad un graduatoria che terrà conto di tutti i requisiti previsti.

Si tratta del secondo bando aperto dal Comune dopo quello dello scorso autunno che richiedeva però un ISEE fino a 10mila euro. Il contributo di 1.200 euro sarà assegnato alle coppie che avranno i seguenti requisiti:


    - essere sposati o iscritti nel registro comunale delle Unioni civili;
    - avere un’età inferiore o uguale a 40 anni;
    - ISEE (Indicatore situazione economica equivalente) familiare fino a 20 mila euro;
    - risiedere a Milano da almeno un anno;
    - non ricevere altri sussidi o contribuiti economici per il canone di affitto erogati dall’Amministrazione comunale;
    - essere locatari di un appartamento di proprietà privata nella città con un regolare contratto di affitto di almeno quattro anni;
    - non disporre di alcun altro immobile di proprietà o nuda proprietà o in godimento a titolo di usufrutto o uso sul territorio nazionale.

La graduatoria per l’erogazione del contributo terrà conto del numero di minori presenti nel nucleo familiare e della presenza di persone con invalidità superiore al 74%. A mero titolo di esempio - di un nucleo familiare di due persone, con un canone d’affitto annuo di 8 mila euro, mille euro sul conto corrente e 21 mila euro di redditi (come somma dei redditi di entrambi: o lavora solo un componente con un reddito IRPEF di 21 mila euro, o guadagnano entrambi circa 10mila ciascuno.

  • shares
  • Mail