Elezioni comunali Milano 2016: il figlio di Daria Bignardi candidato con il Pd

Studente al Vittorio Veneto, 19 anni, si è iscritto al partito dopo il voto sulle Unioni Civili. È candidato al consiglio di zona 1.

schermata-2016-05-19-alle-09-48-35.png

In Italia più che altrove essere "figli di" può essere un grosso aiuto per fare carriera. Non sarà sicuramente il caso di Ludovico Manzoni, figlio di Daria Bignardi, ma è evidente che il sospetto sia la prima cosa che passa per la testa di tanti. Ora, Ludovico non è che sia stato eletto consigliere regionale, è anzi solo candidato al consiglio di zona (una cosa che, più o meno, non si nega a nessuno). Insomma, non sembra essere uno che sta approfittando della posizione.

Ludovico ha 19 anni; studia al liceo scientifico Vittorio Veneto (lo stesso che ho frequentato io, pensa un po') e a giugno, dopo le elezioni, dovrà darsi da fare sui banchi visto che gli spetta l'esame di maturità: "Non vado tanto bene in Matematica mentre me la cavo molto bene in Filosofia". Eredità del padre Nicola, insegnante di Filosofia e nipote del compositore Giacomo? "Può darsi"; racconta lui a Repubblica Milano.

Il consiglio dove Ludovico è candidato è quello di zona 1, il centro città. Che effetto farà agli sciuri della Milano bene trovarsi il figlio della Bignardi nel listino?

"Non credo che ne sarò né favorito né sfavorito. A casa hanno sempre voluto che facessi le cose che ritenevo più opportune e anzi mi stanno supportando moltissimo in questa mia decisione. L'unica cosa che vogliono è che continui a studiare".

Interessante, comunque, andare a vedere le sue priorità in termini di politica cittadina:

"La mobilità in particolare - spiega - mi sta molto a cuore perché è un tema che coinvolge tutti, perché tutti devono poter andare in giro per strada. Bisognerebbe curare la manutenzione delle strade". Per quanto riguarda il verde pubblico, invece, "in centro,, Zona 1, ad esempio abbiamo una doppia responsabilità: sia per i residenti che per chi ci viene tutti i giorni. Servono aree verdi che possano essere vissute". Ludovico vorrebbe fare molto per il suo quartiere, che va da piazza Duomo alla cerchia dei Bastioni: "Dalla prossima amministrazione comunale i consigli di Zona diventeranno Municipi e verrà loro data una maggiore possibilità di intervenire sulle scelte".

  • shares
  • Mail