Nascono le biblioteche a cielo aperto di Milano

Presentato il progetto 'Parco delle lettere Milano'.

14711461_1752310095032691_1161263164640303087_o.png

Creare luoghi attrezzati per attività di lettura, scrittura e incontro nei giardini delle biblioteche comunali e nei parchi pubblici di Milano. È l’obiettivo del progetto “Parco delle lettere Milano”, promosso dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Assessorato all’Urbanistica, Verde e Agricoltura, il Forum Cooperazione e Tecnologia, l’Associazione MilanoMakers, l’Associazione Quarto paesaggio e con il contributo di Fondazione Cariplo. L’iniziativa, che si realizzerà nella primavera del 2017, doterà la città di una serie di postazioni individuali e collettive caratterizzate da una linea unitaria e innovativa di arredi.

È un progetto per coniugare cultura, verde, design e partecipazione, e che sarà sviluppato in stretto rapporto con i municipi e le associazioni attive nei quartieri, che prenderanno parte a cinque tavoli partecipativi per esprimere idee, indirizzi e proposte sulle caratteristiche degli arredi e sui contenuti delle attività culturali (presentazione di libri, incontri con autori, bookcrossing, concorsi letterari, percorsi didattici sull’identità del territorio urbano e sulle sue trasformazioni nel tempo) da organizzare durante la bella stagione nelle aree attrezzate a tale scopo.

Saranno 6 le biblioteche comunali coinvolte nel progetto, oltre a 6 parchi pubblici, situati in cinque Poli d’intervento:


    ovest: Biblioteche Baggio e Harar, Parco delle Cave, Bosco in città;
    nord: Biblioteca Affori, Parco Villa Litta, Museo Botanico Aurelia Josz, Parco ex Trotter;
    est: Biblioteca Valvassori Peroni, Parco Trapezio Santa Giulia, Parco Cassinis;
    sud: Biblioteca Chiesa Rossa, Parco Andrea Campagna (già Teramo), Parco Vettabbia;
    centro: Biblioteca Parco Sempione, giardino di via Cazzaniga.

“È una bella iniziativa che trasformerà tante aree verdi in piccole biblioteche a cielo aperto – sottolinea l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. Un modo per rendere ancora più piacevole le attività di lettura e scrittura grazie ai tanti spazi verdi della città, rendendoli ancora più attrezzati e fruibili. Saranno aree vive, ricche di iniziative ed eventi in grado di coinvolgere i cittadini”.

  • shares
  • Mail