Trasformazione digitale comune di Milano, cosa cambia per i cittadini

Tra le azioni l’hub unico, educazione digitale e open data. L'assessore Cocco: “Il cittadino al centro. Sarà una rivoluzione in due direzioni, una rivolta all’interno dell’Amministrazione e una dedicata ai servizi al cittadino”.

piano_trasformazione_digitale_630-jpg.jpg

Il piano per la trasformazione digitale del Comune di Milano è stato ufficialmente presentato dall'assessore Cocco. Tra i vari aspetti annunciati, quelli di maggiore interesse sono le innovazioni previste in termini di servizi al cittadino. Ecco di cosa si tratta.

Piattaforma digitale – Una piattaforma digitale unica che riunirà al suo interno tutte le informazioni e i servizi che attualmente sono disponibili nei 3 portali del Comune di Milano (istituzionale, Turismo e Mobilità) e nei 22 secondari. Un hub altamente tecnologico dove trovare informazioni sulla mobilità, pagare le rette degli asili comunali, acquistare biglietti del teatro, abbonamenti ai mezzi pubblici o ricevere informazioni turistiche per scoprire la città.

Fascicolo del cittadino – Una “cartella virtuale” dove in tutta sicurezza l’utente potrà consultare la propria posizione, dallo storico dei pagamenti delle tasse, al pagamento delle multe, passando per ricevute, richieste di certificati online o di pass per la sosta auto.

Municipi – La creazione di uno spazio virtuale dove raccogliere e condividere le attività e le necessità dei nove Municipi.

Open data – Una banca dati sempre disponibile e condivisa che racconti il lavoro del Comune garantendo così la partecipazione attiva della cittadinanza.

Educazione digitale – Non c’è vera innovazione senza un’ampia condivisione. Uno degli obiettivi più importanti del piano è insegnare ai cittadini l’uso della tecnologia per superare il divario digitale.

  • shares
  • Mail