PoliHub, l'incubatore del Politecnico triplica gli spazi

Un distretto tecnologico che è sempre più un punto di riferimento.

schermata-2016-11-22-alle-09-45-49.png

PoliHub cresce e triplica gli spazi. L’inaugurazione di ulteriori quattro piani, a disposizione di startup e imprese, è avvenuta ieri mattina. Lo Startup District & Incubator della Fondazione Politecnico di Milano diventa un vero e proprio distretto tecnologico, un punto di riferimento nell’ambito degli incubatori universitari internazionali: i 1.300 metri quadri inizialmente occupati sono diventati più di 4mila grazie all’inserimento di nuovi progetti, startup e aziende.

L’esclusività del modello e i risultati conseguiti hanno permesso a PoliHub di essere premiato come 5° miglior incubatore universitario al mondo e 2° in Europa dalla classifica svedese di UBI Index. Nato nel 2000 come Acceleratore di impresa ad oggi ospita al suo interno 100 progetti: 30 idee in fase di affinamento e valutazione, 6 progetti imprenditoriali incubati in fase di pre-seed, 46 startup che hanno già ottenuto finanziamenti e 18 aziende in fase di scale-up, tra cui un laboratorio di bio-marketing. All’interno di PoliHub risiedono anche 8 spin-off del Politecnico, molti dei quali già in grande espansione sul mercato.

“Siamo molto orgogliosi del successo di PoliHub, un incubatore punto di riferimento per l’innovazione tecnologica su cui il Comune di Milano ha deciso di puntare già dalla scorsa legislatura – ha dichiarato l’assessore Cristina Tajani –. La crescita di PoliHub testimonia l’eccellenza e il ruolo fondamentale del Politecnico di Milano per promuovere imprenditoria innovativa e collaborazioni con il mondo della finanza e dell’industria. È un ulteriore segnale che conferma Milano come polo tecnologico capace di confrontarsi con successo sul palcoscenico internazionale. Far nascere un distretto industriale innovativo in Bovisa per la città, oltre che realizzare un ponte verso il futuro, significa contribuire alla rigenerazione urbana del quartiere attraverso l’insediamento di un nuovo mix sociale ed economico. È una tipologia di intervento - sul software più che sull’hardware - in cui crediamo e in cui come Amministrazione continuiamo a investire”.

PoliHub è l’incubatore del Politecnico di Milano, gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, con il contributo del Comune di Milano. Gli azionisti di PoliHub sono Fondazione Politecnico di Milano (che detiene la metà del capitale sociale), CEFRIEL, MIP e POLI.design.

  • shares
  • Mail