Just Eat e il comune di Milano assieme per il ristorante solidale

Verranno distribuiti 38 pasti caldi consegnati a tre comunità milanesi di Caritas oltre a 100 pizze donate al Refettorio ambrosiano.

schermata-2017-02-23-alle-09-33-36.png

È partita ieri a Milano la prima consegna di "Ristorante Solidale", l’iniziativa patrocinata dal Comune di Milano, nata grazie alla collaborazione tra Just eat, Caritas Ambrosiana e Pony Zero, per la consegna a domicilio di pasti caldi alle persone in difficoltà. A presentare questa mattina a Palazzo Marino, a stampa e operatori, i contenuti del progetto l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani con Luciano Gualzetti, direttore della Caritas Ambrosiana, Daniele Contini, Country Manager di Just eat in Italia e Marco Actis fondatore di Pony Zero.

“Grazie a iniziative come questa che vedono coinvolti i principali soggetti impegnati nel settore della somministrazione, Milano conferma la sua volontà di proseguire, dopo la positiva esperienza di Expo, nel percorso di incentivazione e promozione della lotta allo spreco alimentare con un occhio sempre attento alle persone in difficoltà”. Così l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani che prosegue: “Come Amministrazione non possiamo che condividere e promuovere quelle azioni che possono contribuire a rendere il sistema alimentare di Milano più equo e sostenibile”.

Il progetto “Ristorante Solidale” nasce dalla volontà di fare qualcosa di concreto nell’ambito delle necessità alimentari e di nutrizione per chi è in difficoltà e di mettere in connessione chi cucina con chi ne ha più bisogno, valorizzando il cibo e le eccedenze provenienti dai ristoranti.

Oggi saranno 38 i pasti preparati dai primi 10 ristoranti aderenti all’iniziativa e destinati a ciascun ospite delle 3 comunità di accoglienza scelte a Milano: “Pani e Peschi”, una casa per gli adolescenti milanesi che soffrono di disagi psichici - “Casa alloggio Centro Teresa Gabrieli”, casa accoglienza per pazienti affetti da HIV - “La Locomotiva”, comunità a dimensione familiare per minori. Il numero dei pasti e le date di consegna dei pasti verranno di volta in volta definiti a seconda delle esigenze di Caritas Ambrosiana. Tra i piatti che saranno serviti: pasta, riso e fagioli neri, piadine, hamburger, verdure, panini e porzioni di polenta calda. Il tutto consegnato in collaborazione con Pony Zero, società di servizi specializzata nella logistica dell’ultimo miglio e nella distribuzione urbana ecologica.

  • shares
  • Mail