Milano, è allarme prezzi: a gennaio +3,3 per cento rispetto al 2011



Continua la galoppata dell'inflazione a Milano, come vi stiamo segnalando da un po'. E' aumentato tutto. A cominciare dai generi di prima necessità come i prodotti alimentari: farina +6,6%, riso +9,4%, carni bovine +4,3%, pollame +4,4% prodotti ittici +5,2%, latte +5,5%, zucchero +17,0%, pane +4,3%, uova +4,3%, frutta +3,5%. Il primo mese del 2012 ha già conquistato un record negativo: l’aumento generalizzato dei prezzi a Milano è pari al +3,3% rispetto all’anno precedente.

Aumentano anche energia elettrica +10,0%, gas +15,1%, carburanti per trazione e riscaldamento +10,3%, fornitura acqua +23,0%. Secondo Federconsumatori questi dati dell'Istat "indicano con chiarezza che i cittadini sono sottoposti a continue tensione economiche, concretizzando il rischio della caduta dei consumi primari delle famiglie.

La ricetta per una soluzione secondo l'associazione in difesa dei diritti dei consumatori passa per "un’inversione di tendenza, soprattutto su quei beni, come energia elettrica, gas, trasporti che sono amministrati quasi in regime di monopolio: vanno sempre più liberalizzati e nello stesso tempo controllati maggiormente dalle Authority. Solo così si potranno creare le basi di una vera concorrenza, capace di misurarsi nel libero mercato, con il risultato di una reale riduzione dei prezzi".

Foto | TACCA Infophoto

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: