L'invasione degli all u can eat pseudo-nipponici a Milano: qual è il migliore?



E' un'invasione. Giri l'angolo e ne sputa uno nuovo: sono gli "All u can eat", pseudo-nipponici-fusion-WOK che offrono un prezzo fisso per tutto quello che riuscite a mangiare, a volte con servizio al tavolo, a volte a buffet. Un po' di tempo fa avevamo recensito l'Arigatò di corso Venezia, uno dei primi in città ad intuire le potenzialità di una formula che è dilagata a macchia d'olio, sempre gestita da cinesi. Si parte dai 15 euro di per arrivare ai 25 euro, generalmente frequentati da una clientela giovane, che spesso fa i conti con il portafogli, ma non solo.

Personalmente sono quasi arrivato all'assuefazione e tra tutti quelli provati cito Kazan in Corso di porta Ticinese 70 (dove si viene serviti al tavolo), anche se sempre piano e spesso troppo rumoroso, e il più tranquillo Atsuki di via Plinio 33 che combina la formula a buffet con un primo, un secondo e un contorno oridinabile a scelta. Tutti e due a base di cucina giapponese. Certo, obietteranno i puristi del sushi, la differenza con i ristoranti giapponesi originali è abissale. Ma, Ça va sans dire, spesso è bene accontentarsi, sopratutto in tempi di vacche magre.

Tra i pregi di questi ristoranti senza'altro la possibilità di provare la cucina nipponica senza svenarsi in un giappo originale che pratica prezzi tutt'altro che abbordabili (per i migliori giapponesi di milano, potete comunque consultare il nostro Blog Award 2011). In conclusione vi chiediamo di indicarci il vostro "All u can eat" preferito, WOK compresi (i ristoranti che propongono cucina fusion, spesso cinese, dove si portano le vivande a cucinare sulla piastra). Quali sono quelli che preferite? Dove avidamente affondate le vostre bacchette? Ditecelo nei commenti.

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: