Milano amarcord: la grande nevicata del 1985

La storia si ripete, ciclicamente, come le perturbazioni. Se vi state lamentando della neve in città forse è bene rispolverare la memoria con le immagini della mitica nevicata del 1985, quando parte dell'Europa e l'Italia calarono nel gelo più assoluto. Nevicò anche a Roma con gli stessi disagi di oggi.

A Milano la neve cominciò a cadere il 13 Gennaio e non smise di accumularsi fino al 17 Gennaio quando si trasformò in pioggia. Gli accumuli di neve andarono dai 70 cm di Milano Brera al metro nei pressi della periferia milanese. Così Wikipedia:

Milano restò bloccata per tre giorni, con le strade invase da bambini in slittino e buontemponi con gli sci. Alcune strade furono nuovamente rese agibili al traffico dopo l'intervento dei carri armati della caserma Perucchetti, ubicata entro la città, per cercare di liberare le strade principali urbane schiacciando e spostando la neve, coadiuvati da 650 militari di leva del terzo battaglione trasmissioni Spluga, del reggimento artiglieria a cavallo la Voloire, terzo battaglione logistico di manovra bersaglieri della brigata Goito,[5] tutti acquartierati in caserme entro la città o nei dintorni. Solamente le automobili con le catene montate sulle ruote erano in grado di circolare per le strade cittadine, la rampa di salita sul ponte della Ghisolfa venne bloccata per ore causa la sbandata di un autoarticolato scivolato sulla neve depositata sul manto stradale.

Così anche il crollo del fu Palasport di San Siro a forma di conchiglia, il cui tetto collassò sotto il peso della neve. Solo un anno prima vi suonarono i Queen - e per chi vuole rivederlo in piedi, chi si ricorda de La Baraonda, di Florestano Vancini? - Tra i miei ricordi personali la strada per andare a scuola, le gare in slittino al parco e le battaglie di palle di neve. Per me bambino fu festa assoluta. Per altri un incubo. E i vostri?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: