Ozmo al Museo del Novecento: la video-intervista per "PreGiudizi Universali"

PreGiudizi Universali è la mostra "live" di Ozmo al Museo del Novecento. Milanese d'adozione, toscano nell'anima, loquace e diretto. Pane al pane, vino al vino. Ha accettato di buon grado la scommessa di far vivere lo spazio espositivo del piano terreno. La sua arte lambisce e scandisce diversi linguaggi, un gioco di rimandi e citazioni che diverte e stupisce.

Ozmo è tra gli street artist più originali e acclamati della scena artistica italiana e internazionale. La sua pittura si caratterizza per la complessità delle composizioni e i continui rimandi alla storia dell’arte. Questa peculiarità costituirà il leitmotiv dell’intervento che si arricchirà del confronto personale dell’artista con la prestigiosa collezione di opere custodite all’interno del museo.

Dall'arte contemporanea, all'arte antica, dal simbolismo all'esoterismo: tutto questo è Ozmo che con la sua mostra inaugura il progetto "Primo piano d'artista", per far vivere lo spazio espositivo al piano terreno del museo in piazza Duomo. Lo abbiamo incontrato dentro il suo momentaneo atelier e ci ha spiegato la mostra e il progetto dietro la rassegna "primo piano d'artista", oltre che digressioni sulla street art, Vasari, Botticelli e la rete come bacino di ispirazioni. Ricordiamo il Finissage (nel senso che Ozmo terminerà i lavori) giovedì, 16 febbraio, ore 18-22 a ingresso gratuito. La mostra sarà poi aperta al pubblico fino al 26 febbraio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: